Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 853
COMISO - 24/09/2009
Attualità - Comiso: dura reazione dell’assessore Di Pietro alle accuse del Pd

Sconfessato Fianchino: «Mostra foto ex giunta Pd»

Lo scontro politico sconfina in accuse personali. Giallo sul cimitero. Qual è la verità sul cimitero? A chi appartiene il degrado cimiteriale?
Foto CorrierediRagusa.it

«Comunisti deliranti, logorati dall’assenza di potere. Non hanno più argomentazioni». L’assessore Salvo Di Pietro sconfessa il consigliere Fianchino e restituisce al mittente le accuse relative alla cattiva amministrazione della struttura cimiteriale. «Insinuazioni- ribatte Di Pietro- e false prove. Quelle foto relative al cimitero risalgono al periodo in cui amministravano i vari Digiacomo – Bellassai – Fianchino e company. Hanno toccato il fondo».

Un’accusa pesante quella di Di Pietro. Il consigliere del Pd Fianchino, avrebbe mistificato la realtà? Lo sostiene l’assessore Di Pietro. «Rilasciando agli organi di stampa foto risalenti a qualche anno fa, quando loro erano amministratori, fanno capire quanto in basso sia arrivato il «lavoro» della minoranza. Ricordo all’opposizione, che la nostra amministrazione lavora costantemente affinché la struttura cimiteriale sia sempre in ordine e decorosa. Parlano di disinteresse? … Io parlerei invece di interesse prettamente comunista che, logorato dal potere oramai mancante, cerca di ledere l’avversario amministratore, ancora una volta con falsità e menzogne. Invito, televisioni, giornali ad appurare anche in mia presenza, la reale situazione del cimitero riprendendo in tempo reale l’effettivo stato della struttura».







L´ACCUSA DEL CONSIGLIERE DEL PD FABIO FIANCHINO SUL CIMITERO DI COMISO
Il cimitero di Comiso è in stato di completo abbandono. Il consigliere del Pd Fabio Fianchino denuncia il degrado con ironia. «A seguito di numerose, insistenti e preoccupate segnalazioni da parte di nostri concittadini- dichiara - credendole in qualche modo esagerate, l’altro ieri ci siamo recati al cimitero di Comiso per renderci conto di persona se la situazione fosse davvero così grave».

Il consigliere d’opposizione s’è armato di macchina fotografica per immortalare lo stato in cui versa la struttura. «A parte le buche che pullulano sui viali- continua Fianchino- a parte lo stato di abbandono in cui versa il verde, a parte il ristagno dell’acqua che provoca infiltrazioni di umidità nelle cappelle, nelle edicole e nei monumentini funerari, a parte l’«autorizzazione» data ad alcuni nostri concittadini di entrare con l’automobile per raggiungere i cari estinti; a parte lo stato di totale fatiscenza in cui versano le zone «A» e «B» del cimitero, a parte tutto questo, la condizione del nostro cimitero è buona. Anzi ottima».

Fianchino invita il sindaco a «continuare su questa strada, che lo porterà lontano. Molto lontano. Verso mete che i suoi predecessori non hanno osato neanche immaginare».

Al di là della nota polemica del consigliere comunale del Pd, i disagi per molti cittadini sono reali. Soprattutto per gli anziani che fino alla passata primavera del 2008, potevano usufruire del trasporto interno per raggiungere i propri estinti, servizio che poi, inspiegabilmente, è stato soppresso per non essere più riattivato.