Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 620
COMISO - 08/09/2009
Attualità - Comiso: il prestigioso incarico va per la prima volta ad un amministratore ibleo

Cugnata vice presidente del direttivo regionale Agenda 21

Il 18 e il 19 settembre sarà eletto a Roma il direttivo nazionale

L’assessore all’Ambiente Giancarlo Cugnata è uno dei tre vice presidente del Comitato direttivo regionale di Agenda 21 Sicilia, riunitosi ieri a Palermo, presso l’assessorato regionale Territorio e Ambiente, per eleggere gli organismi direttivi alla presenza dell’assessore Mario Milone. Cugnata è stato eletto all’unanimità ed è la prima volta che un rappresentante comisano e, più in generale della provincia di Ragusa, è investito di un così importante incarico. Il 18 e il 19 settembre sarà eletto a Roma il direttivo nazionale.

«Agenda 21 è un processo avviato da alcuni anni per promuovere e sviluppare da parte delle amministrazioni locali percorsi di sviluppo ecosostenibile in tutti i settori – ha dichiarato l’assessore Cugnata - e sono quindi onorato di rappresentare Comiso e l’intera area iblea. Si tratta di un riconoscimento all’impegno profuso nella direzione di un processo di sviluppo rispettoso dell’ambiente intrapreso dalla nostra città e migliorato e rilanciato ulteriormente dall’attuale amministrazione.

In Agenda 21 Sicilia - aggiunge Cugnata - abbiamo portato l’esperienza di sviluppo ecosostenibile maturata in provincia di Ragusa, un modello che costituisce un esempio per tutti. Per quanto mi riguarda sono già al lavoro per la prossima programmazione. L’obiettivo è di rafforzare sempre più i processi di Agenda 21 Locale degli aderenti e di diffondere l’Agenda 21 Locale come strumento di governance e di sostenibilità ambientale.

In particolare la rete consentirà - conclude Cugnata - l’attuazione di un circuito informativo qualificato e privilegiato per gli aderenti alla Rete, lo scambio di esperienze e buone pratiche relative alle varie fasi del processo di Agenda 21 Locale, lo sviluppo di partenariati tra gli aderenti per il raggiungimento di obiettivi comuni e la realizzazione di progetti pilota».