Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1000
COMISO - 21/05/2009
Attualità - Comiso: un vespaio di polemiche attorno sui finanziamenti

Comiso: si infiamma lo scontro sul liceo «Carducci»

Roccaro: «Esiste un progetto con l’università Kore di Enna»

La strumentalizzazione politica non risparmia neanche le istituzioni scolastiche. I giovani di Forza Italia e i Giovani Democratici in un sequel di botta e risposta su finanziamenti per progetti destinati alle scuole. La scintilla che ha fatto incendiare la polemica è nata da alcune dichiarazioni del preside del liceo «G. Carducci» Corrado Roccaro, che ha semplicemente ribadito come in altre occasioni, che i tagli alle scuole consentono ormai pochi margini di movimento, anche per organizzare corsi di formazione per gli studenti, e per le loro famiglie.

Dichiarazioni di un dirigente scolastico, che nulla hanno a che vedere con recriminazioni politiche. A queste dichiarazioni, è seguita una pesante critica del giovane consigliere di forza Italia, Giuseppe Caruso, che in una lunga lettera aperta, ha accusato Roccaro di avere perso un grosso finanziamento relativamente all’Accordo di Programma Quadro denominato «giovani protagonisti di sé e del territorio».

In difesa del preside Roccaro, Biagio Guastella, segretario dei giovani democratici : «Mi chiedo come mai lei non abbia chiesto ragguagli, al fine di evitare queste brutte figure e queste uscite poco opportune, al Preside o ad un docente? Tra l´altro uno dei docenti, additati da lei come negligenti, è anche componente della giunta che lei sostiene! Altro che negligente, è stimatissima, come tanti altri docenti, da studenti e genitori».

Anche Guastella mette in evidenza il problema del licenziamento da parte della giunta Alfano, dei docenti di educazione fisica: «Il 30 Aprile di quest´anno l´amministrazione Alfano non ha rinnovato il contratto a docenti precari che avevano il ruolo di integrare l´attività dei docenti «con cattedra» nell´educazione fisica e discipline motorie.»

Dulcis in fundo, arriva anche la replica del preside Corrado Roccaro: «Queste beghe politiche sono sgradevoli, soprattutto se vanno ad interessare una istituzione come la scuola, dove la politica non deve entrare. Inoltre l´Istituto in questione di cui io sono preside, ha firmato un protocollo di intesa con l’università Kore di Enna, proprio per organizzare e gestire corsi di formazione destinati agli studenti del liceo,corsi finalizzati proprio a sensibilizzare giovani e famiglie sui problemi dell’età adolescenziale. Infine vorrei far notare al consigliere Caruso che il finanziamento di cui parla, non era destinato alle scuole, né pubbliche né private, ma ad altri soggetti, quali associazioni ed agenzie formative di varia natura».