Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1032
COMISO - 08/05/2009
Attualità - Comiso: agitazioni sindacali in seno alla ditta Busso

Comiso: netturbini in sciopero il 18 maggio

Da 19 mesi i lavoratori non percepiscono gli emolumenti di premialità. Il dipendente Masuzzo: «Bisogna assumere nuovo personale»

Il numero degli operatori ecologici a Comiso è sottodimensionato e il servizio non può coprire tutto il territorio. Da circa 19 mesi gli operatori ecologici della ditta Busso non percepiscono emolumenti concernenti prestazioni di qualità, ovvero una sorta di premialità che viene erogata quando si ottimizza un servizio.

La mancata retribuzione ha creato agitazione tale da far intravedere una possibilità di sciopero. Ma da quanto dichiarato da Biagio Masuzzo, dipendente della Busso, il problema va molto più a monte. «Da diversi anni è stata segnalata la carenza di personale che non può coprire tutto il territorio casmeneo - ha dichiarato Masuzzo - ma con il capitolato disponibile, non si possono effettuare ulteriori assunzioni».

Questa versione risponde al vero. Da tempo infatti non mancano le segnalazioni sul proliferarsi di discariche abusive, sull’accatastamento di rifiuti, sulla sporcizia delle strade.

Intanto gli operatori hanno fatto sapere tramite la Cgil, che il 18 maggio potrebbero entrare in sciopero. La ditta Busso tenta di scongiurare l’evento ed incontrerà le maestranze il 15 maggio per cercare di risolvere la situazione.