Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1014
COMISO - 20/03/2009
Attualità - Comiso: sit della sinistra per il depuratore

Da full-time a part-time, sulla riduzione delle ore è scontro

L’asse Zago-Battaglia (al centro del Pd) già operativo. Zisa: «Il sit-in lo facciano contro Buscema, che ha tagliato gli stipendi» Foto Corrierediragusa.it

I partiti di sinistra compatti a fianco dei dipendenti del depuratore di Comiso al sit-in appositamente organizzato (nella foto). Davanti ai cancelli della struttura gestita dalla ditta Gta presenti il senatore Gianni Battaglia, ad un passo dal reingresso nel Pd, l’ono Salvatore Zago (Pd) il segretario cittadino Gigi Bellassai, Nunzio Bertino (RC), Emanale Interdonato (Uil) ed altri consiglieri comunali di opposizione.

Le forze politiche di opposizione sono scese in campo a tutela dei 5 dipendenti che, con il nuovo bando per la gestione del depuratore emesso dall’amministrazione comunale di Comiso, si vedranno decurtare il monte ore lavorativo, ed il relativo stipendio. Le ore previste infatti, saranno 28 alla settimana per i 5 più anziani, e 14 per le due new entry.

Secondo Battaglia e Zago, l’amministrazione sta violando le norme statutarie del contratto dei lavoratori che non prevede una retrocessione da full-time a part-time. «Ci auguriamo – ha dichiarato il senatore Battaglia – che questa non sia la prova generale dell’amministrazione di Comiso, per procedere in futuro al ridimensionamento di tutti i contratti stipulati con ditte che gestiscono servizi per il comune». «Il diritto al lavoro non può essere elargito – ha commentato Zago – ma rispettato.»

Sono arrivate anche le repliche dell’amministrazione comunale per bocca dell’assessore ai servizi tecnologici, Michele Zisa, che ha ribattuto: «E’ già stato detto più volte che l’amministrazione comunale non pagherà cento, ciò che si può fare con 50. Siamo fermamente convinti che il servizio di depurazione continuerà ad essere efficiente e qualitativamente buono, anche con contratti part-time. I rappresentanti di sinistra- ha concluso Zisa – vadano a Modica a fare sit-in, dove il sindaco Buscema sta facendo la stessa identica cosa, ma al contrario di Comiso, sta decurtando gli stipendi, lasciando intero il monte ore previsto. La sinistra sta semplicemente strumentalizzando la questione».