Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:46 - Lettori online 651
COMISO - 04/03/2009
Attualità - Comiso: il Viminale dà i numeri, ma sono sbagliati

Il preside Corrado Roccaro «boccia» la ministra Gelmini

Il dirigente: «Nessun 5 in condotta nei 3 istituti comisani, ma premi nazionali e internazionali»

I numeri della ministra Gelmini non combaciano con quelli del preside Corrado Roccaro. Impazza la polemica sui numeri diffusi dal Viminale, per quanto riguarda il «5» in condotta che sarebbe stato riscontrato maggiormente nelle scuole meridionali. Diversi dirigenti scolastici in provincia di Ragusa hanno preso le distanze da questi dati, confermando invece tendenze completamente opposte.

Al coro di dissensi si è unito anche il dirigente scolastico dei tre più grossi licei di Comiso, l’ITC Fabio Besta, il Liceo Scientifico ed il Liceo Classico G. Carducci. Il preside Corrado Roccaro ha smentito clamorosamente i dati del vicinale e dà «5» a Maria Stella Gelmini.

«Nei tre istituti comisani- affarma il preside- non si è registrata alcuna insufficienza nel voto di condotta. Mi dispiace che da un lato i nostri licei ricevano premi nazionali ed internazionali, che vengano selezionati per le prove attitudinali con ispettori internazionali, e dall’altro, vengano inseriti in dati completamente fuori dalla realtà. Non solo, oltre ai voti alti in condotta, gli alunni dei tre istituti di Comiso, si distinguono anche per i voti medio/ alti in tutte le discipline».