Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1080
COMISO - 23/01/2009
Attualità - Comiso - Settanta telecamere sorveglieranno la città

Comiso più sicura grazie
alla videosorveglianza

Obiettivi puntati su Pedalino e sul perimetro aeroportuale. Alfano: «Siamo tra i primi a fruire del finanziamento»
Foto CorrierediRagusa.it

Circa settanta le telecamere che saranno collocate nei luoghi cosiddetti sensibili, distribuite tra Comiso, Pedalino e l’aeroporto.

Da anni era stata già evidenziata la necessità di ricorrere ad aree video sorvegliate a tutela sopratutto degli esercenti e di particolari zone della città. Adesso è stato consegnato l’elaborato riguardante la planimetria definitiva del piano cittadino di video sorveglianza, finanziato con fondi dell’Unione Europea nell’ambito del Progetto Nazionale Pon Sicurezza per lo Sviluppo promosso dal Ministero degli Interni.

Il sindaco Giuseppe Alfano ha sottoscritto il documento che è stato consegnato all’ingegnere Michele Gargamella di «Capgemini», l’impresa incaricata dal Ministero degli Interni di realizzare il lavoro propedeutico alla realizzazione delle opere. «Tra i vari comuni che usufruiscono del finanziamento per la realizzazione del sistema di video sorveglianza, siamo stati i primi a completare la planimetria dei luoghi – ha commentato il sindaco Alfano -. Un risultato raggiunto grazie alla collaborazione delle forze dell’ordine e, particolarmente, all’impegno profuso dalla Polizia municipale che nelle persone del comandante Antonio Fiorile e dell’agente Biagio Ferlante hanno dato impulso e celerità a tutta la procedura di nostra competenza.»

Il prefetto di Ragusa, Carlo Fanara, si è impegnato per un controllo più capillare del territorio allo scopo di prevenire la piaga degli incendi dolosi ad autovetture. Soddisfazione è stata espressa dal reggente la sezione Ascom di Comiso, Salvatore Digiacomo: «E’ una risposta importante quella che sta arrivando dall’amministrazione comunale, anche sulla scorta delle richieste provenienti dalla nostra associazione di categoria».