Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1321
COMISO - 18/01/2009
Attualità - Comiso – Cresce la cattiva abitudine di abbandonare rifiuti

Rifiuti sui marciapiedi, come e chi dovrà rimuoverli?

I cittadini lamentano il malvezzo della gente e disservizi. Eppure dicono che dovrebbe esserci un servizio celere e gratuito.
Foto CorrierediRagusa.it

La discarica sotto casa. Sta diventando un malvezzo. La gente abbandona rifiuti ingombranti sui marciapiedi e nessuno provvede a rimuoverli. Scarso senso civico e disservizio fanno il paio. Alcuni cittadini di Comiso ci hanno segnalato il degrado, ma basta dare un colpo d’occhio per rendersi conto che lo spettacolo nel centro urbano è davvero squallido e indecoroso.

Nella zona specifica insistono anche negozi di generi alimentari, bar, ed altre attività artigianali e commerciali i cui proprietari non esultano certo quando si ritrovano per diversi giorni i rifiuti davanti. «E’ uno spettacolo indecoroso- ci dichiara il proprietario di un negozio- non è la prima volta che accade. Quando i clienti parcheggiano si ritrovano davanti agli occhi questo spettacolo».

La ditta preposta alla raccolta degli ingombranti, ha più volte lamentato il fatto che alcuni cittadini, scaricano davanti alle proprie abitazioni qualunque tipo di rifiuto senza però segnalare la necessità della raccolta. Eppure in passato s’era detto che bastava una semplice telefonata per attivare immediatamente il servizio di raccolta gratuito.

Due domande. Viene così difficile alla gente evitare di abbandonare materassi, frigoriferi e lavabiancheria davanti alle case? Riusciranno le istituzioni preposte a evitare questo scempio ambientale che si consuma ogni giorno attivando un servizio celere ed efficiente come avviene in tutte le città civili e pulite?

(Nella foto in alto, una discarica nel centro urbano di Comiso)