Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 877
COMISO - 11/12/2008
Attualità - Comiso - Una brutta tegola per sette famiglie monoreddito

Preannuncio di licenziamento per gli operai del depuratore

Difficile anche la situazione dei dipendenti delle cooperative Foto Corrierediragusa.it

Sette preannunci di licenziamento sono stati recapitati in queste ore ad altrettanti operai del depuratore comunale. Cinque di loro, assunti dalla ditta che gestisce la struttura, lavoravano con contratto full-time da ben 17 anni. Qualche mese fa, oltre ai notevoli ritardi nel pagamento delle mensilità (5 mesi di arretrati ad oggi), la ditta pare avesse dichiarato di essere in difficoltà economiche nonostante i costanti versamenti di somme da parte del comune di Comiso. Ma stranamente, a fronte di queste dichiarate difficoltà, di recente erano state assunte altre due unità. Adesso tutti e sette gli operai, con famiglia monoreddito a carico, si trovano senza lavoro e il depuratore rischia di bloccarsi, con tutti i disagi del caso per la città.

Non meno preoccupante la situazione dei lavoratori che erano stati assunti da alcune cooperative convenzionate con il comune di Comiso, per l’erogazione di alcuni servizi quali quelli ai disabili, agli anziani, ai bambini attraverso la gestione della ludoteca. Infatti, i lavoratori che si occuperanno fino al 31 dicembre dell’assistenza ai disabili, non hanno ancora alcuna notizia in merito ad eventuali proroghe, o a bandi per la gestione del servizio stesso. Quelli che si occupano dell’assistenza agli anziani, hanno avuto una proroga fino alla fine di febbraio, data oltre la quale, forse si procederà a bando pubblico per la gestione del servizio. E gli operatori della ludoteca sono già «a riposo» da qualche mese, poiché il servizio non è stato riattivato.