Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 925
COMISO - 19/09/2008
Attualità - Comiso - Il regolamento viene calpestato in maniera sistematica

Comiso: problemi al mercato

L’Ascom lancia una provocazione: "Non rispettate gli orari" Foto Corrierediragusa.it

La sala Pietro Palazzo del Municipio di Comiso ha ospitato un incontro tra una delegazione di commercianti, rappresentata dal reggente della locale sezione Ascom, Salvatore Digiacomo, e di agricoltori, rappresentata da Francesco Portelli della Coldiretti. Presenti i rappresentanti istituzionali con l’assessore al Commercio, Salvo Di Pietro, il vicepresidente del Consiglio comunale, Giuseppe Digiacomo, e il consigliere comunale Giuseppe Caruso. In primo piano le problematiche riguardanti il mercato ortofrutticolo di contrada Mendolilla. Ancora una volta, l’Ascom ha posto in evidenza il mancato rispetto delle regole all’interno della struttura mercatale, specialmente con riferimento agli orari di apertura, allo scarico della merce e alla commercializzazione della stessa.

«Commercianti e produttori ? ha detto il vice presidente provinciale dell’Ascom, Salvatore Digiacomo ? si lamentano del fatto che il regolamento non viene da tutti rispettato e ciò determina delle situazioni di concorrenza sleale».

A questo punto, Digiacomo ha lanciato una provocazione: «Abbiamo detto che forse sarebbe stato meglio se nessuno avesse rispettato gli orari, acquistando la merce direttamente allo scarico. Così facendo si creerebbe estremo caos nei box, procurando perfino la scomparsa dei colli». Ad ogni modo, dall’incontro è emerso come i produttori richiedano con forza la possibilità di poter contare su un’ora di tempo, intercorrente tra lo scarico della merce e l’avvio delle trattative. Poi, è necessario anche curare l’aspetto degli imballaggi, affinché gli stessi siano puliti, concretizzando i requisiti della tracciabilità. Per non parlare dell’avvio di controlli a tappeto. «Abbiamo chiesto- continua Digiacomo- di far rispettare il regolamento della struttura mercatale ed un aiuto in questo senso ci può arrivare anche dall’istituzione della commissione ad hoc che, ormai da anni, è inattiva».

La disponibilità sul fatto che ci sia più ordine con un controllo attento e accurato da parte della Polizia municipale è arrivata dall’Amministrazione comunale di Comiso.

«L’assessore Di Pietro- spiega ancora Digiacomo- ha chiarito che a giorni si confronterà con le organizzazioni professionali agricole per cercare di predisporre un piano articolato che possa essere operativo entro ottobre. La proposta condivisa è quella di applicare il regolamento vigente, facendo sì che non ci siano più privilegi. Dal canto nostro, vogliamo adoperarci per permettere alla struttura mercatale di contada Mendolilla di tornare ad essere un primario punto di riferimento settoriale per l’intera area ipparina: dunque non solo per gli operatori di Comiso ma anche per quelli di Vittoria, Acate e zone limitrofe».