Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1341
COMISO - 02/09/2008
Attualità - Comiso - Dopo il cedimento di un terreno di c.da Targena

Comiso: strada comunale a rischio

Sopralluogo di Gigi Bellassai in qualità di geologo.
L’amministrazione ha promesso interventi celeri
Foto Corrierediragusa.it

La neo amministrazione di Comiso, attraverso le lamentele dei cittadini, dichiara di avere scoperto un altro altarino della passata amministrazione di centro sinistra. Qualche giorno fa infatti, l’ex assessore Gigi Bellassai, aveva riscontrato che vi era stato un cedimento in una strada comunale, in c/da Targena. Bellassai aveva messo in evidenza la pericolosità della cosa, e l’eventuale danno economico che ne sarebbe scaturito per i terreni agricoli siti in quella zona.

Ma dopo appena pochi giorni, a lamentarsi sono stati proprio i residenti della contrada che, come ormai da prassi in questi ultimi mesi, hanno relazionato un’altra versione dei fatti. Stamane infatti,Il sindaco Giuseppe Alfano con l’assessore ai Servizi tecnici, Michele Zisa, e il vicepresidente del Consiglio, Giuseppe Digiacomo, hanno incontrato in Municipio una folta delegazione di cittadini che hanno la proprietà o abitano nella zona interessata dalla frana apertasi lungo la strada che conduce a contrada Comuni-Targena.

I cittadini hanno richiesto l’intervento dell’Amministrazione comunale per risolvere al più presto il problema, eliminando la situazione di pericolo e il danno economico che il cedimento della sede stradale sta arrecando alle aziende agricole che operano in zona. Il sindaco Alfano e l’assessore Zisa hanno garantito che il Comune effettuerà gli interventi adeguati e corretti per evitare che l’inconveniente torni a ripresentarsi in futuro, ferma restando l’esigenza di accertare le cause dell’evento franoso e le eventuali responsabilità. Durante l’incontro i cittadini hanno rappresentato che circa tre anni or sono un evento simile si era già verificato . L’intervento di ripristino, operato allora in modo letteralmente superficiale, alla prova dei fatti, è stato non risolutivo sempre secondo la versione dei cittadini.

«Le polemiche strumentali e speculative che sono state messe in campo in questi giorni da parte di un candidato a sindaco - dichiara l’assessore Zisa - si scontrano con la volontà di questa Giunta di operare nell’interesse vero della cittadinanza, senza usi clientelari e personalistici della macchina amministrativa come avveniva in passato. E’ veramente singolare che chi ha avuto la responsabilità di risolvere questo problema, come tanti altri, e non lo ha fatto se non superficialmente e con atteggiamento demagogico, oggi si scopra precario sofista e voglia insegnare a quelli che le competenze le hanno sul serio come intervenire,spiegandoci addirittura come si costruiscono le strade. Tutto ciò è veramente risibile».

«L’amministrazione Alfano - conclude l’assessore Zisa - è vicina a tutti i comisani nel quotidiano e pronta ad affrontare e risolvere i problemi anche se l’impresa non è semplice a causa dei guasti amministrativi trovati, a partire dal buco di bilancio per finire all’inefficienza di alcuni uffici e alla gestione clientelare della cosa pubblica. Questa è un’Amministrazione diversa e i cittadini di Comiso se ne sono resi conto».