Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 496
COMISO - 13/10/2007
Attualità - Comiso - L’iniziativa del comune sta per concludersi dopo un anno

"Imparare giocando"
Servizio civile in rete

Sei le volontarie impegnate in sinergia con gli insegnanti Foto Corrierediragusa.it

Sta per concludersi l’esperienza del progetto di servizio civile denominato «Imparare giocando», promosso dall´assessore ai servizi sociali Ivana Latino (al centro nella foto con le ragazze) e che ha visto impegnate per un anno sei volontarie all’interno delle scuole primarie e secondarie di 1° grado del territorio e nella ludoteca comunale «Peter Pan».

Gli obiettivi generali del progetto sono stati quelli di promuovere il lavoro in rete tra ente locale, scuola, famiglia e altre agenzie educative presenti nella nostra comunità per ridurre il fenomeno della dispersione scolastica. L’attività quotidiana delle volontarie è stata finalizzata a sostenere i minori nei percorsi di socializzazione e integrazione coi coetanei, ad aiutare i ragazzi ad assumere comportamenti corretti verso i compagni, gli insegnanti e la famiglia e far superare così atteggiamenti aggressivi ed egoistici.

In stretta collaborazione con gli insegnanti sono state programmate attività di recupero delle abilità di base e, per i bambini extracomunitari, attività di alfabetizzazione. Ogni volontaria si è occupata di uno o due bambini con particolari difficoltà di inserimento/socializzazione e di apprendimento, offrendo loro attenzione, ascolto paziente, attrazioni ludiche, lezioni di recupero, attività di animazione e supporto nelle ore curriculari. Durante il periodo estivo le volontarie hanno svolto il loro servizio presso la ludoteca «Peter Pan», in laboratori di manualità, teatro, pittura, giochi organizzati, drammatizzazioni.

«Esprimo soddisfazione ? ha commentato l’assessore ai servizi sociali Ivana Latino ? per gli obbiettivi raggiunti da questo progetto e ringrazio le volontarie per la qualità del loro lavoro, svolto sempre con dedizione, passione e solidarietà. Queste ragazze hanno avuto modo di vivere un’esperienza esaltante che le ha arricchite sotto il profilo umano e professionale. Aggiungo che il progetto è stato finanziato per il secondo anno e sono in corso di espletamento le operazioni di selezione».