Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 921
COMISO - 03/07/2008
Attualità - Comiso - Non va giù la paventata chiusura di 2 reparti

Comiso: il sindaco Alfano sulla sanità

Il "Regina Margherita" penalizzato dal Piano di riordino Foto Corrierediragusa.it

La direzione generale dell’Ausl 7 di Ragusa ha deciso che da lunedì prossimo, come già previsto, non si effettueranno ricoveri nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale «Regina Margherita» di Comiso.

La decisione è conseguente al Piano di riordino della sanità varato, di concerto, dal Ministero della Salute e dall’assessorato regionale alla Sanità che prevede una riorganizzazione e riqualificazione dei presidi ospedalieri allo scopo di assicurare le migliori prestazioni possibili per le partorienti e i nascituri, abbattendo il rischio clinico.

Il sindaco Giuseppe Alfano (nella foto), in merito, dichiara:

«Si prende atto che il piano sanitario materno-infantile dispone la disattivazione dei punti nascita caratterizzati da un numero inferiore a 600 parti all’anno. Presso il presidio ospedaliero di Comiso, nell’anno 2007 si sono verificati circa 300 parti. Questa soluzione era già stata avallata dal Comitato misto formato nel 2007 dai vertici dell’Ausl 7 di Ragusa e dai rappresentanti dei tre sindaci del comprensorio ipparino. Ho, peraltro, ricevuto assicurazioni precise che il Regina Margherita non sarà penalizzato.

Com’è noto, l’Auls 7 di Ragusa ha già disposto l’istituzione di un reparto di fisioterapia riabilitativa, per ora in day hospital, dal prossimo mese di settembre a pieno regime con sedici posti letto. Il direttore generale dell’Ausl 7, Fulvio Manno, ha assicurato che il presidio ospedaliero di Comiso sarà potenziato con la creazione di nuovi reparti e che quindi lo stesso nel prossimo futuro vedrà una riqualificazione dei servizi offerti. Inoltre, entro il prossimo mese di dicembre all’ospedale Regina Margherita sarà attivato il servizio Tac».

« La riorganizzazione dei reparti del polo materno-infantile degli ospedali Regina Margherita di Comiso e Guzzardi di Vittoria ? conclude il sindaco Alfano - conseguirà il risultato importantissimo di migliorare la risposta assistenziale con la presenza di un medico di guardia ventiquattr’ore al giorno che garantirà la sicurezza di gestanti e nascituri».