Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 769
COMISO - 27/01/2015
Attualità - Sarà speso un milione e mezzo e interesserà il tetto ligneo, gli intonaci e le decorazioni interne

Restauro della Chiesa Madre a Comiso, al via il progetto

I lavori dovranno essere completati entro ottobre e saranno molto meticolosi vista l’importanza del monumento Foto Corrierediragusa.it

Un milione e mezzo di euro per il restauro conservativo della Chiesa Madre (nella foto: la facciata). Il progetto è stato presentato dal sovrintendente, Rosalba Panvini, dal vicesindaco Gaetano Gaglio e da alcuni funzionari. Gli interventi di restauro saranno ultimati entro il periodo settembre-ottobre di quest´anno e riguarderanno il restauro della cupola neogotica, eretta nel 1894, il restauro del tetto ligneo con l´apposizione delle cinque tele raffiguranti scene dell´Antico Testamento, il consolidamento delle colonne e della chiesa, gli intonaci esterni e le decorazioni interne.

Il tetto dovrà essere anche esso recuperato dopo essere stato colpito dieci anni fa da un fulmine che ha frantumato la sfera che sormonta il campanile. Cuspide e sfera rovinarono all´interno della chiesa sfondando il soffitto e il controsoffitto. Risultarono danneggiate, tra le altre cose, le cinque tele raffiguranti le scene del "Giudizio di Salomone", di "Giuditta ed Oloferne", del "Davide danzante davanti all´Arca", che è anche la tela al centro, la più grande, la "Regina Ester sotto le mura", e "Giuditta al pozzo di Giacobbe".

Il restauro sarà meticoloso e rispettoso della storia e della fattura delle tele. Si prevede anche la riqualificazione del sagrato e il recupero dii infissi e portoni. Il vice sindaco Gaglio ha manifestato la soddisfazione dell´amministrazione comunale per l´inizio dei lavori di restauro della Matrice che restituiranno presto alla città non solo un luogo di culto ma uno dei suoi siti più importanti.