Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 442
COMISO - 10/06/2008
Attualità - Comiso - Gli operatori ecologici in stato di agitazione

Invasione rifiuti per Comiso?
Pignorate le somme per la Icom

Bellassai accusa Vindigni e Cugnata di "manifesta inefficenza" Foto Corrierediragusa.it

Arriva come un fulmine a ciel sereno, la notizia dello stato di agitazione degli operatori della Icom, la ditta che si occupa della gestione della discarica di c.da Pozzo Bollente a Vittoria.

Gli operatori e la ditta stessa non hanno ancora ricevuto le spettanze dovute anche se già dal 21 di maggio il commissario straordinario di Comiso Angelo Moceri aveva versato la rata concordata con con il presidente dell´Ato ambiente Giovanni Vindigni. Sulla vicenda interviene il candidato a sindaco del centro sinistra Gigi Bellassai che, indignato per l’accaduto, accusa ancora una volta il centro destra, di portare avanti una campagna elettorale strumentalizzata, dove a farne le spese, sono solamente i cittadini di Comiso.

«Raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani a rischio grazie all’inefficienza dell’Ato Ambiente Ragusa e del presidente Giovanni Vindigni e del vice presidente Giancarlo Cugnata e questo nonostante il Comune di Comiso abbia già versato la rata di 200 mila euro" dichiara Gigi Bellassai.

«La somma che il Comune di Comiso ha versato lo scorso 21 maggio - prosegue Bellassai - sarebbe stata pignorata all´Ato ambiente e comunque non incassata dalla società Icom che gestisce la discarica subcomprensoriale di Pozzo Bollente di Vittoria per la quale, pertanto, si profila la chiusura". Ieri, gli operatori ecologici hanno effettuato un’assemblea e da oggi hanno proclamato lo stato di agitazione.

Date le circostanze, c’è il fondato timore che nei prossimi giorni Comiso potrebbe essere invasa dai rifiuti.