Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1122
COMISO - 19/01/2014
Attualità - Nino Minardo alla Soaco: "Non sia occasione di lavoro solo per gli amici degli amici"

Aeroporto Comiso è di interesse nazionale. Ora serve un serio e credibile piano industriale

Il Piano Lupi prescrive che lo scalo debba avere una sua specializzazione e raggiungere l’equilibrio economico-finanziario Foto Corrierediragusa.it

L´aeroporto di Comiso (nella foto) è di interesse nazionale. Il "Magliocco" è stato inserito a pieno titolo tra i 26 scali italiani di seconda fascia e vede riconosciuto, diversamente da quanto prevedeva il precedente "Piano Passera", la sua funzione ed il suo ruolo all´interno del network nazionale. Insieme a Comiso per la Sicilia orientale gli altri 25 scali con i rispettivi bacini d´utenza sono Milano Linate, Torino, Bergamo, Genova, Brescia, Cuneo (Nord-Ovest); Verona, Treviso, Trieste (Nord-Est); Rimini, Parma, Ancona (Centro-Nord); Roma Ciampino, Perugia, Pescara (Centro); Salerno (Campania); Brindisi, Taranto (Mediterraneo/Adriatico); Reggio Calabria, Crotone (Calabria); Trapani, Pantelleria, Lampedusa (Sicilia Occidentale); Olbia, Alghero (Sardegna).

Il piano presentato al Consiglio dei Ministri dal Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi suddivide dunque la Sicilia con due scali di interesse strategico come Palermo e Catania e gli altri scali, Comiso Trapani, Pantelleria e Lampedusa di interesse nazionale. Per mantenere la classificazione di scalo di interesse nazionale si devono verificare due condizioni: "che l´aeroporto sia in grado di esercitare un ruolo ben definito all´interno del bacino con una sostanziale specializzazione dello scalo e che sia in grado di dimostrare il raggiungimento dell´equilibrio economico-finanziario, anche a tendere all´obiettivo, purché in un arco temporale ragionevole".

Entrambe le condizioni saranno verificate sulla base del piano industriale (la seconda anche sulla base del piano economico-finanzario) e la verifica periodica sarà effettuata dal ministero in collaborazione con l´Enac. Per il "Magliocco" si tratta di una promozione da regionale a nazionale che vuol dire risorse per il funzionamento e possibilità di elaborare un piano strategico industriale senza avere la spada di Damocle del ridimensionamento o, peggio, della chiusura sulla testa. Ora sta al management elaborare un razionale ed organico piano di sviluppo cominciando anche dalle buone prassi.

Non è un caso che Nino Minardo, parlamentare NCD, ha richiamato i vertici Soaco: "L´aeroporto di Comiso diventi opportunità di lavoro per tutti. Dobbiamo garantire la massima pubblicità e trasparenza affinché diventi esempio da seguire e non occasione di lavoro solo per "gli amici degli amici". L´aeroporto di Comiso rappresenta una grande opportunità di sviluppo economico della nostra terra.

Anche da un punto di vista occupazionale la sua crescita sta dando e darà opportunità di lavoro a tanti giovani. In tal senso è fondamentale che l´intera classe dirigente a partire dai vertici dell´aeroporto stesso si facciano garanti della trasparenza e della massima pubblicità sulle opportunità di lavoro e dei servizi che ruotano attorno all´infrastruttura. Molti giovani si sono rivolti a me perché lamentano scarsa pubblicità e difficoltà nel poter proporre il loro curriculum. Da parte mia garantisco il massimo impegno affinché vengano garantite pari opportunità a tutti e affinché diventi esempio da seguire nel nostro paese e non occasione per gli "amici degli amici".