Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1033
COMISO - 04/07/2013
Attualità - L’appello lanciato dal centro Pio La Torre. Intanto si vola per Tunisi

20mila firme per cambio nome aeroporto

Per Digiacomo "Si sta realizzando il progetto al quale lavoriamo da tempo: fare dell’aeroporto di Comiso una ‘porta’ verso i Paesi del Mediterraneo"
Foto CorrierediRagusa.it

Oltre 20mila firme in meno di tre giorni all´appello lanciato dal centro Pio La Torre per ripristinare l´intitolazione dell´aeroporto di Comiso al politico ucciso il 30 aprile del 1982 dalla mafia, assieme al suo amico Rosario Di Salvo. "Per ricordare il suo impegno dove La Torre aveva condotto tante battaglie, il comune di Comiso decise di intitolargli l´aeroporto - spiega il presidente del centro, Vito Lo Monaco -.

Ma nel 2007 il nuovo sindaco revocò questa decisione e a nulla valsero le proteste di migliaia e migliaia di cittadine e di cittadini di ogni parte politica". "Per dare sostegno alla loro azione, non solo invieremo loro le firme di allora, ma oggi intendiamo promuovere questa nuova petizione - prosegue - per chiedere che l´aeroporto riprenda il suo nome, non solo come atto di riparazione ma, anche e soprattutto, per onorare due italiani che sono stati ammazzati perché avevano scelto di servire lo stato e non di servirsi dello Stato. Si può aderire su www.piolatorre.it."

PRESTO SI VOLERA´ PER TUNISI
«Si sta realizzando il progetto al quale lavoriamo da tempo: fare dell’aeroporto di Comiso una ‘porta’ verso i Paesi del Mediterraneo. L’annuncio del volo diretto Comiso-Tunisi è un altro tassello che va nella giusta direzione, è una buona notizia per la Sicilia». Lo dice Pippo Digiacomo, parlamentare regionale del PD, che oggi insieme con i vertici della Soaco e Sac ha incontrato presso la sede palermitana di Tunisair il responsabile per la Sicilia della compagnia aerea tunisina.

«Inizialmente sarà un volo settimanale – aggiunge Digiacomo - ci sarà bisogno di una fase di rodaggio, ma è un ottimo punto di partenza. L’aeroporto di Comiso sta crescendo, e con esso la città: uno stimolo in più per il neo sindaco Filippo Spataro e per la sua amministrazione. Ma oggi – conclude Digiacomo – dobbiamo dire grazie anche al costante impegno del presidente della Regione Rosario Crocetta, che ha creato le condizioni per far ‘decollare’ lo scalo».


Ma di quale premoderazioine parlate?
07/07/2013 | 14.15.55
il criticone

Ma di quale premoderazione parlate? I commenti non gradite alla vostra linea politica o a quant´altro possa nuocervi, non vengono presi in alcuna considerazione. Grazie per l´attenzione. Il mio e-mail è a vostra disposizione per eventuali e/o ulteriori commenti.


Ma siamo sicuri?
07/07/2013 | 8.46.43
il criticone

Ma siamo sicuri che ventimila comisani su trentamila (compresi vecchi e lattanti) hanno firmato per cambiare il nome all´aeroporto di Comiso? Mi sa tanto di imbroglio e comunque prima di pubblicare una notizia mi sembra opportuno che i giornalisti si informino meglio.