Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 582
COMISO - 05/06/2013
Attualità - "Turismo e infrastrutture per far crescere l’occupazione al sud"

Il singolare caso del "Magliocco" oggetto di un convegno

Tra i rappresentanti delle compagnie aeree vi sarà Michael Cawley, direttore generale e vice-amministratore delegato Ryanair Foto Corrierediragusa.it

«Turismo e infrastrutture per far crescere l´occupazione al sud: il caso dell´aeroporto di Comiso». E’ questo il tema del convegno che si tiene venerdì alle 9 presso l’aerostazione. Vi partecipano il vice presidente della Commissione europea, responsabile per l´Industria e l´Imprenditoria, Antonio Tajani; chiuderà i lavori il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta. Tra i partecipanti anche gli assessori al Turismo, Michela Stancheris, e alle Infrastrutture, Nino Bartolotta, oltre ai rappresentanti di compagnie aree degli aeroporti siciliani e del mondo economico locale. Invitato anche il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi. Tra i rappresentanti delle compagnie aeree vi sarà Michael Cawley, direttore generale e vice-amministratore delegato Ryanair. L´evento è organizzato dalla Commissione europea e dalla Regione Sicilia per promuovere l´operatività di Comiso. «Inutile tornare a ribadire – chiarisce il presidente di Federalberghi Ragusa, Rosario Dibennardo, che è anche presidente della Soaco, la società di gestione dell’aeroporto – quanto importante possa diventare lo scalo per fare crescere le potenzialità turistiche di questo territorio. E’ una opportunità che non possiamo perdere e per questo motivo è essenziale che si faccia il punto della situazione già qualche giorno dopo l’apertura per capire quale potrà essere il ruolo dello scalo».

«Si tratta di una sfida cruciale per la nostra economia – afferma il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Sergio Magro – una sfida che non possiamo permetterci di perdere consapevoli del fatto che in questa fase occorre il sostegno da parte di tutti. Non è un caso che Confcommercio abbia avviato, proprio in questi giorni, una raccolta di firme all’insegna dello slogan «Io ci sto» per fare in modo che l’intero territorio possa esprimersi sulla necessità di portare avanti lo scalo aeroportuale nella direzione da tutti auspicata».

GIORNO 21 IL PRIMO VOLO
Primo volo Comiso-Malta. E’ stato programmato per venerdì 21 con ritorno dall’isola dei Cavalieri per domenica 23. Sarà la compagnia Medair con un aeromobile a turboelica da 50 posti ad effettuate quello che si può considerare il primo volo ufficiale dall’aeroporto comisano. La tratta sarà coperta in circa 20 minuti. L’iniziativa è di un operatore turistico operante a Ragusa che in collaborazione con Travel Malta ha deciso di scommettere su Comiso ed avviare una serie di voli test che serviranno a valutare le capacità del Vincenzo Magliocco.

Nel progetto degli operatori c’è pure l’intenzione di effettuare una rotazione, con partenza da Comiso, di almeno 3 voli la settimana, per tutta l’estate, oltre a collegamenti con le isole Pelagie e con alcuni aeroporti del nord Africa. L’iniziativa è concreta e consentirà subito di verificare la risposta del territorio in attesa che ad agosto parta il Comiso Ciampino ed in settembre il Magliocco entri nella sua piena operatività. Buone notizie vengono anche dalla ritrovata serenità tra gli organismi istituzionali a proposito delle prospettive dell’aeroporto. Alla Camera di Commercio si è tenuta infatti una riunione tra i vertici di Sac, Enzo Taverniti, Soaco, Rosario Dibennardo, e CamCom, Sebastiano Gurrieri, che in un comunicato congiunto assicurano che: «Ci sono tutte le condizioni per un’immediata azione di crescita dell’aeroporto che ha le potenzialità fin da subito per attirare compagnie aeree e diventare uno scalo importante nel panorama della rete dei trasporti aerei della Sicilia, in una visione coordinata e strategica di quel polo aeroportuale del sud-est che vede coprotagonisti la SAC e la SOACO, legate non solo da vincoli di partecipazione societaria, ma anche dal comune interesse di sviluppare un aeroporto che è stato realizzato con una visione concreta e lungimirante.

Sulla scorta di questo comune impegno, la Camera di Commercio di Ragusa a giorni definirà le modalità di intervento con proprie significative risorse nelle azioni di promozione dello scalo di Comiso, affiancando SAC e SOACO in questo comune obiettivo che abbiamo con convinzione ribadito e condiviso. Un puntuale crono programma accompagnerà adesso gli interventi della Camera di Commercio finalizzati alla crescita dell’aeroporto, alla sua affermazione nel panorama della logistica aeroportuale del Mediterraneo, ma anche efficacemente in modo diretto ed indiretto a determinare uno sviluppo significativo della rete e del sistema imprenditoriale dell’intera provincia».