Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:27 - Lettori online 829
COMISO - 08/04/2008
Attualità - Comiso - Gli edifici scolastici cambieranno volto

Scuole De Amicis e Verga:
parte la messa in sicurezza

Presto al via i lavori anche nelle materne Foto Corrierediragusa.it

Iniziati i lavori per la messa in sicurezza delle scuole De Amicis e Verga, si procederà a breve all’allestimento dei cantieri per la ristrutturazione degli edifici, l’abbattimento delle barriere architettoniche, con messa in sicurezza e misure antincendio, inoltre saranno fornite di un sistema di produzione di energia rinnovabile (fotovoltaico).

Nell’immediato inizieranno, anche, i lavori negli edifici delle scuole materne Monserrato e San Biagio, scuola elementare Monserrato e scuola media Pirandello, al riguardo, infatti, si stanno predisponendo già i contratti. Le rimanti scuole materne Mazzini, Senia, scuola elementare Saliceto e quelle di Pedalino, già finanziate a febbraio 2008, cominceranno i lavori nel mese di novembre 2008. In tutte le scuole saranno sostituiti gli infissi sia interni che esterni, saranno realizzati impianti di rilevazione e spegnimento incendi, nonché nuove scale per l’uscita d’emergenza.

Dichiara il candidato sindaco Bellassai :«Così come avevamo preannunciato i lavori sono cominciati e procedono regolarmente a riprova della nostra credibilità e del costante impegno profuso per il bene della nostra città, inutili e insensati ci appaiono, quindi, i continui appunti fatti da Alfano a proposito della sicurezza delle nostre scuole. Questi lavori renderanno le nostre scuole sicure ma soprattutto all’avanguardia grazie agli impianti di produzione di energia rinnovabile, in linea con l’importanza che da sempre abbiamo dato alla tutela e al benessere del nostro territorio. I bambini avranno così modo di apprendere da subito il valore del risparmio energetico, i nostri bambini sono la chiave per costruire una città in linea con gli standard europei».