Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 713
COMISO - 15/02/2013
Attualità - Le dichiarazioni del governatore indirizzate alla Soaco

Dibennardo a Crocetta: "Io tratto"

Il presidente della Soaco minimizza l’ammonimento del governatore: «Apprezzo il suo interessamento, ma solo dal 5 novembre scorso abbiamo avuto certezza delle torri di controllo»
Foto CorrierediRagusa.it

Rosario Crocetta infiamma la platea quando si esprime in modo accalorato a sostegno dell’aeroporto Magliocco di Comiso, di nuovo piatto forte dell’ennesima campagna elettorale dopo le nazionali di 5 anni fa, le ultime regionali e le amministrative di Ragusa svoltesi nel mese di giugno di due anni fa. E chi dimentica quella frase storica di Angelino Alfano che tuona contro il ministro Tremonti!: «Il giorno dopo la rielezione di Nello andrò con lui dal ministro per aprire subito lo scalo…!» Dipasquale è stato rieletto sindaco, poi ha lasciato il Pdl, ha fondato Territorio, ha aderito al Megafono, è diventato deputato regionale con Crocetta governatore della Sicilia e l’aeroporto è sempre a terra…

Il governatore, di passaggio a Ragusa per sostenere la sua lista «Megafono», è ancora più duro: «O lo aprono immediatamente o addebitiamo alla Soaco la somma di 20 milioni di euro anticipati dalla Comunità europea». Battute a effetto strappa applausi in piena campagna elettorale. Ma se Crocetta voleva mettere paura al presidente della Soaco Rosario Dibennardo (foto), non ha sortito l’effetto sperato. Perché il presidente della Soaco, mentre Crocetta spara sui ritardi da villa Di Pasquale, si trova a Milano per accelerare l’iter per l’apertura. I due si sono sentiti telefonicamente ed hanno chiarito.

«Apprezzo l’interesse di Crocetta- dice da Milano Dibennardo- che ha sposato in pieno la causa del Magliocco adoperandosi perché l’aeroporto venga inserito nell’accordo di programma quadro di interesse nazionale. Voglio ricordare, però, che la Soaco solo il 5 novembre 2012 ha avuto la certezza dei servizi della torre di controllo e che subito si è adoperata per accelerare la fase dello start up. Io sono a Milano perché ho già preso contatti con le compagnie Air One, Darwin, Volotea e Blu express, tutte interessate a Comiso. Impresa non facile, perché tutte hanno chiuso la programmazione a settembre e vogliono essere incentivate economicamente con investimenti pluriennali».