Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1526
COMISO - 19/12/2012
Attualità - Precari da stabilizzare occupano aula consiliare, il contratto scade il 31 dicembre

A Comiso 48 Co.co.co. rischiano licenziamento

Secondo giorno di protesta dei 48 lavoratori del comune di Comiso. Per il sindaco Alfano la legge vieta la stabilizzazione, tanto più in un Comune in dissesto finanziario
Foto CorrierediRagusa.it

Quella dei Cococo del Comune di Comiso è una vicenda alquanto contorta che rientra a pieno titolo nella questione «stabilizzazioni» fatte dall’amministrazione nel 2009 e che non pochi ricorsi e denunce al Tar ha causato. I lavoratori in questione, hanno deciso da ieri, di occupare l’aula consiliare sine die, in attesa di una soluzione che, non solo tarda ad arrivare, ma che sembrerebbe essere difficile in questo momento.

I 48 lavoratori hanno partecipato nel 2009 alle selezioni per la stabilizzazione, sono stati regolarmente inseriti nelle graduatorie ed il 29 dicembre dello stesso anno, hanno siglato un contratto di lavoro subordinato a tempo «determinato» con scadenza 31 dicembre 2012. Ad un anno esatto di distanza, il 29 dicembre 2010, l’amministrazione fece firmare ai 48 co.coco un’appendice al precedente contratto, nella quale si specificava che dal primo gennaio 2013, il contratto sarebbe stato trasformato a tempo «indeterminato». Questa in breve la storia.

Ad oggi però il sindaco Giuseppe Alfano sostiene che tali stabilizzazioni non sono possibili perché le recenti leggi e normative non consentono nuove assunzioni, tanto più che l’ente ha dichiarato dissesto. Il contenzioso legale, si incentra proprio su questo: si tratta di nuove assunzioni, o della conclusione del processo di stabilizzazione iniziato nel 2009? A remare contro i lavoratori, sarebbe anche una missiva del ministero che da poco ha espresso parere sfavorevole a qualunque proroga e/o stabilizzazione, ma anche qui, c’è un retroscena sul quale fare chiarezza. La lettera del ministero, pare si riferisca ad una documentazione vecchia, relativa alla dotazione organica inviata dal comune, nella quale non erano stati inseriti ulteriori posti in organico. Nella nuova elaborazione invece, i posti ci sarebbero.

Fino ad oggi, a seguito delle stabilizzazione del 2009, sono già arrivati all’ente numerosi ricorsi che chiedono l’integrazione di alcuni lavoratori esclusi, l’annullamento delle graduatorie, alcuni addirittura l’annullamento di tutte le procedure con ricorso al Tar di Catania ed a quanto pare, anche una denuncia alla Procura della Repubblica.


per carnesala
19/12/2012 | 18.07.27
salvo

non subito carnesala, dopo 20 anni di lavoro negli enti pubblici, dopo avere messo su casa e famiglia dopo anni in cui vivono con 690 euro al mese.


complimenti
19/12/2012 | 16.55.03
nunzio sammito

complimenti alla redazione per l´esattezza dell´informazione. in questi giorni ne abbiamo lette notizie imprecise e confuse.


tutti assunti
19/12/2012 | 15.52.24
carnesala

Va abolito l´art. 97 della Costituzione che impone il concorso per entrare nella pubblica amministrazione. Tutti assunti e subito.