Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:02 - Lettori online 1263
COMISO - 16/03/2008
Attualità - Comiso - I presunti disservizi segnalati in particolare dall’Udc

Dirigenti scolastici contro Pdl sulla gestione delle scuole

I presidi negano ogni addebito e la Sinistra giovanile li difende Foto Corrierediragusa.it

I dirigenti scolastici di Comiso, nel mirino del Pdl. La cosa è cominciata qualche giorno fa, con alcune interrogazioni presentate dal consigliere comunale Salvo Girlando dell’ Udc, inviate anche alla stampa. Nelle note, Girlando segnalava la presenza di ratti nella scuola media Verga di Comiso, e la presunta fuga di gas nella scuola elementare Edmondo DeAmicis.

L’ intento del consigliere era probabilmente quello di sensibilizzare l’amministrazione di Comiso ad intervenire sollecitamente. Ma dalle segreterie delle due scuole la cosa non è stata molto ben vista. Infatti nella prima, la disinfestazione era già stata fatta qualche settimana prima, ed un’altra ne è prevista durante le vacanze pasquali, poiché la dirigenza scolastica ha reputato pericolose per l’incolumità degli studenti le esche che hanno sembianza di caramelle. Nella seconda scuola, la segreteria ha fatto sapere che non vi era alcuna fuga di gas, ma solo la canna fumaria che esalava i vapori vicino alle finestre. Problema anche questo risolto con lo spostamento e l’allungamento della canna.

Ma le dichiarazioni del Pdl, hanno continuato a fioccare. L’altro ieri, il candidato a sindaco per il centro destra, Giuseppe Alfano, ha dichiarato su un organo di stampa, che gli edifici scolastici di competenza comunale, non sono messi in sicurezza. Anche in questo caso, probabilmente l’obbiettivo era l’amministrazione comunale. A questo punto, si è sollevata l’indignazione di un dirigente scolastico che, all’ennesimo colpo assestato ai direttore ed ai presidi, anzicchè alla pubblica amministrazione, ha dichiarato che tutte le cose indicate nelle note polemiche del Pdl comisano, non fanno altro che screditare le dirigenze scolastiche, che hanno l’obbligo di vigilare e di attivarsi sempre per segnalare eventuali problemi, poiché altrimenti, sono responsabili di ogni danno possa scaturirne.

Inoltre, lo stesso dirigente, ha dichiarato che non sarebbe stato possibile comunque, trovare degli istituti che non sono stati messi in sicurezza, poiché anche in questo caso, l’amministrazione comunale sarebbe stata sollecitata con ogni mezzo, ad attivarsi. Il direttore della scuola elementare, ha concluso dichiarando che non si possono strumentalizzare le dirigenze scolastiche, sollevando problemi inesistenti, creando allarmismi tra alunni e genitori, solo ai fini elettorali.

A queste dichiarazioni, si aggiungono anche quelle della Sinistra Giovanile, che in una nota, fa sapere: «di essere al fianco dei dirigenti scolastici di Comiso, indecorosamente citati nelle svariate testate giornalistiche per colpa del candidato Alfano, che a corto come sempre di argomenti, punta il dito contro i presidi delle scuole di Comiso, accusandoli di non avere provveduto a sollecitare la messa in sicurezza delle scuole. Dare in pasto alla stampa il buon nome e l’immagine di una scuola e del relativo dirigente, è un’operazione meschina e scorretta».