Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 839
COMISO - 15/03/2008
Attualità - Comiso - Forza Italia, Udc e An la pensano allo stesso modo

Quel centro commerciale naturale s´ha da fare

Dovrebbe sorgere in pieno centro storico Foto Corrierediragusa.it

Alleanza Nazionale, l’ UDC e F.I, congiuntamente, hanno richiesto una convocazione urgente del civico consesso a Comiso, per richiedere l’attivazione delle procedure necessarie al fine di realizzare il centro commerciale naturale, nel centro storico cittadino. Secondo i tre partiti di opposizione, l’amministrazione Digiacomo in questi 10 anni, ha completamente abbandonato, non solo il centro storico, ma tutto il comparto commerciale del territorio. Ma in merito alla richiesta dei tre gruppi consiliari, ed ancor più in merito alle dichiarazioni degli stessi, interviene l’ assessore Bellassai che in una nota di immediata risposta, dichiara:

«Il centro commerciale naturale è stato voluto dall’amministrazione comunale che già nel 2005 ha attivato un gruppo di lavoro tecnico-politico per effettuare il censimento degli immobili di via S. Pellico, Ferreri, ten. Meli e XXV Aprile, inerenti la zona di interesse, nonché con successivo incarico progettuale affidato all’arch. Alberto Agnello.

Si tratta di un progetto di recupero e rivitalizzazione del centro storico di Comiso caratterizzato da interventi di ristrutturazione ed adeguamento funzionale di edifici - anche di interesse storico artistico ?, finalizzati all’insediamento e/o all’accessibilità e/o allo sviluppo di servizi alle imprese ed ai sistemi produttivi locali.

La creazione del centro commerciale naturale, che si prefigge di incentivare il commercio, l’artigianato e il turismo, l’imprenditoria giovanile e femminile, le forme di aggregazione fra piccole e medie imprese e le attività ricettive turistico-alberghiere, è stata sancita con un protocollo di intesa tra l’amministrazione comunale e il consorzio di imprese «Il Globo» di Comiso. Con quest’ultimo il comune di Comiso si è impegnato ad acquisire, mediante compravendita e/o esproprio per motivi di pubblica utilità, o mediante altro strumento che ritenga idoneo alla finalità del progetto, gli immobili ricadenti nell’area interessata dal progetto, e a curare la ristrutturazione inerente la pavimentazione stradale, l’illuminazione e l’arredo urbano. In particolare il comune di Comiso si impegna a cedere gli immobili ai commercianti ed artigiani che aderiscono al progetto, acquisendoli in comodato d’uso con un prezzo simbolico di euro 1,00 mensile per un ventennio rinnovabile».

«Al fine di avvalersi delle necessarie risorse finanziarie, tempestiva (primavera del 2006) è stata la partecipazione del comune di Comiso con questo progetto, unitamente ai comuni di S.Croce, Acate e Chiaramente Gulfi, all’avviso per la «Promozione di proposte di riqualificazione urbana e miglioramento della qualità della vita nei comuni della Regione Siciliana capoluogo di Provincia, nei comuni con popolazione almeno pari a 30.000 abitanti e nei raggruppamenti di Comuni con popolazione almeno pari a 50.000 abitanti» emanato dalla Presidenza della Regione Siciliana, Dipartimento della Programmazione. A riguardo con deliberazione di Giunta n. 59 del 22/02/2006 è stato approvato il protocollo di intesa tra i comuni finalizzato alla partecipazione dell’avviso pubblico di cui sopra, nonché il progetto preliminare di detto Centro commerciale naturale, con l’impegno a cofinanziare l’intervento in caso di accesso al finanziamento pubblico».