Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 727
COMISO - 14/10/2012
Attualità - Le stabilizzazioni avvenute nel 2009 sono di nuovo in discussione

Precari Comiso, ricorsi per annullamento graduatoria

Quaranta Co.co.co fanno ricorso al Tribunale ed una precaria chiede l’annullamento delle graduatorie del concorso per le stabilizzazioni
Foto CorrierediRagusa.it

L’amministrazione comunale ha approvato una delibera di assegnazione di incarico ad un legale per affrontare i ricorsi che, in questi anni, si sono susseguiti e che ora sono stati ammessi a discussione presso il Tribunale di Ragusa, sezione lavoro, ed il Tar di Catania. Una matassa, quella delle stabilizzazioni, che qualcuno ha giudicato poco trasparente sin dall’inizio, tanto che adesso si sta passando alle vie legali.

Quaranta co.co.co, ammessi nel 2009 alla pre stabilizzazione tramite colloqui di selezione, pare abbiano fatto già due anni fa ricorso per l’accertamento del diritto alla stabilizzazione. Questi lavoratori precari, di fattonavevano un rapporto subordinato di lavoro e timbravano regolarmente il tesserino. Avendo cumulato i tre anni minimi di requisito per essere stabilizzati, stanno invece vedendo andare in fumo questa possibilità, perché a fronte di un contratto firmato, nel quale si diceva che dal primo gennaio 2013 sarebbero passati a tempo indeterminato, nei fatti per alcuni, potrebbe non essere così. Contemporaneamente è arrivato un altro ricorso da parte di un’altra impiegata patr-time «precaria», che ha addirittura chiesto al Tar di Catania, l’annullamento della graduatoria stilata dopo le stabilizzazioni.
Una situazione di estrema delicatezza che rende ancora più incerto il futuro di tanti lavoratori.

Oggi i conti non tornano. Se di questi 180 precari, 98 erano ex Asu e dovevano essere stabilizzati a norma di finanziaria regionale e godono ancora del finanziamento regionale del 60% fino al 2015 (9 non sono ancora stabilizzati), 40 sono ancora precari e non sanno che fine faranno dal primo gennaio 2013, alla fine, quanti precari sono stati realmente stabilizzati con somme a carico intero del comune, tali da fare dichiarare più volte agli amministratori che queste stabilizzazioni sono state una delle principali cause del dissesto?

Nella foto sopra, l´assessore Dante Ditrapani e il sindaco Giuseppe Alfano


e ancora....
14/10/2012 | 19.29.46
salvuccio

ancora è la punta dell´iceberg. l´unica cosa certaè che altri 40 lavoratori che sono occupati da più di 12 anni stanno per perdere il posto di lavoro.