Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1282
COMISO - 09/10/2012
Attualità - Il futuro dell’aeroporto appare meno incerto

Bozza aeroporto, soddisfatti Digiacomo e Dibennardo

Pare proceda tutto bene per la convenzione tra Enav e Soaco

Tra le perplessità di Digiacomo e l’ottimismo di Dibennardo, pare proceda tutto bene per la convenzione tra Enav e Soaco. I dubbi esternati in merito alla bozza di convenzione, sono saltati anche agli occhi dell’on Pippo Digiacomo che, tuttavia, dichiara che ci sarà tempo e modo per intervenire, ma che ora è importante raggiungere questo importante obbiettivo.

Pur con qualche dubbio su alcuni «dettagli tecnici», l´on Pippo Digiacomo esprime soddisfazione per l´approvazione, da parte del Consiglio Comunale, della bozza di convenzione con l´Enav che dovrebbe finalmente sbloccare l´iter di apertura dell´aeroscalo.

«Non mi pare – afferma Digiacomo – ci sia spazio per soffermarci su commenti o disquisizioni. Certo, ci sono dei dettagli che non ci piacciono e che dovrebbero essere rivisti, ma per ora va bene così. L´obiettivo deve essere quello di giungere nel più breve tempo possibile all´operatività dell´aeroporto che aprirà grazie ai 4,5 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione su mia espressa richiesta. Successivamente risolveremo tutti gli altri problemi che si presenteranno.

Le aspettative sull´aeroporto di Comiso sono tante e non possiamo più permetterci di perdere altro tempo. Se tutti siamo d´accordo con questa impostazione, e il Consiglio Comunale ne ha dato ampia prova approvando all´unanimità il documento, andiamo avanti e facciamo in modo che l´aeroporto cominci ad operare».

Stamattina intanto, anche il presidente Soaco, Rosario Dibennardo, ha espresso apprezzamento dopo l’incontro catanese tra i vertici Soaco e Sac. « Nei prossimi giorni – da commentato Dibennardo – il cda Sac si riunirà per concretizzare la propria deliberazione e procedere alla firma della convenzione».

LA CONVENZIONE APPROVATA IN CONSIGLIO COMUNALE
Approvata in consiglio comunale la bozza di convenzione per il servizio della torre di controllo dell´aeroporto Magliocco. Ma saltano fuori i «dettagli tecnici». Il Consiglio comunale, convocato in seduta d´urgenza dal vice presidente Giuseppe Digiacomo nell´aula consiliare del Municipio, ha approvato all´unanimità la bozza di convenzione per l´attivazione del servizio Twr Torre di Controllo presso l´aeroporto Vincenzo Magliocco di Comiso.

L´atto autorizza l´utilizzo dei fondi regionali trasferiti con sottoconto informatico n. 110 e 111 del 31.05.12 per le finalità di cui alla convenzione con l´Enav. Ma con toni «meno enfatici e più tecnici», come ha dichiarato Salvo Zago, capogruppo del Pd, sono saltati fuori i piccoli dettagli tecnici che hanno reso dubbioso anche il deputato nazionale del Pdl, Nino Minardo. A prescindere dal fatto che la bozza non era stata consegnata ai consiglieri comunali che quindi non ne hanno potuto prendere visione, la relazione introduttiva del sindaco Alfano, anziché dirimere i dubbi, ha lasciato invece margini ad una situazione precaria per quanto riguarda questi stessi servizi.

Infatti, secondo quanto relazionato, il sindaco ha spiegato che l’Enav ha voluto una fideiussione da parte della Soaco, perché l’aeroporto di Comiso non è ancora inserito nel programma quadro 2013/14. Di conseguenza, non è ancora uno scalo di interesse nazionale. Pertanto, se prima non si supera questo passaggio, la legge varata a luglio 2012, quella ciò che addebita i costi degli «uomini radar» nel biglietto aereo, non può essere applicata.

Quindi torna in gioco l’Enac e Vito Riggio, che dovrebbero inserire Comiso in questo programma quadro. Il sindaco Alfano, da parte sua, ha anche spiegato che l’Enav ha tutto l’interesse ad operare a Comiso perché oltre i due milioni e mezzo l’anno, percepirà altri tre milioni e mezzo per la miglioria delle strumentazioni rendendole più rispondenti ai suoi standard. A conti fatti, se l’Enav operasse al Magliocco, introiterebbe qualcosa come più di 8 milioni di euro in due anni.

Intanto nelle prossime ore il sindaco Alfano, il presidente di Soaco, Rosario Dibennardo, ed il presidente di Sac, Peppino Giannone, con l’amministratore delegato unico, dovrebbero incontrarsi a catania, per apporre la firma nella bozza di convenzione. Resta nebulosa anche la questione legata ai costi di questi «uomini radar». Salvo Zago ha sollevato il problema chiedendo lumi sui costi annui, su dettagli concernenti il personale impegnato ed altro. Alfano ha dichiarato: «L’Enav ci ha detto che queste somme servono per il personale e la manutenzione delle attrezzature». Insomma, una votazione unanime quella di oggi, a scatola chiusa ed in fiducia pur di operare con celerità.


«Sigilliamo i check-in dell’aeroporto di Catania. Chiusi noi, chiusi tutti».
09/10/2012 | 18.28.04
biagino

«Sigilliamo i check-in dell’aeroporto di Catania. Chiusi noi, chiusi tutti».
L´ha detto e poi è finita come tutto il resto! C´è da credere a costui? E´ con queste barzellette che si merita emolumenti e vitalizio?


altro dubbio
08/10/2012 | 18.18.12
pinella

1) la bozza di convenzione è stata pubblicata dopo la seduta del cc sull´albo online del comune di comiso.
2)leggendola attentamente sorge un altro dubbio. c´è scritto chiaro che i servizi della torre di controllo cominceranno dopo sei mesi dalla firma della convenzione....i famosi 180 giorni.
3) il sindaco ha dichiarato oggi, che l´aeroporto aprirà a marzo ma che non è scontato che anche i voli cominceranno a marzo per motivi che ha spiegato.
4) questo vorrebbe dire che si rischia di cominciare a pagare l´enav senza che di fatto, si voli?
MI SCIOGLIETE QUESTO DUBBIO PER FAVORE?