Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1024
COMISO - 02/10/2012
Attualità - Dopo il «nulla osta» alla firma del dipartimento del tesoro

Nino Minardo frena entusiasmi su aeroporto Comiso

La comunicazione era arrivata al sindaco Giuseppe Alfano direttamente dal sottosegretario al Ministero delle Finanze e dell’economia. Intanto cambio al vertice per Sac

Plauso precoce per il nulla osta del ministero dell’economia. Manca ancora il parere dell’ Enac. A poche ore di distanza dalla notizia positiva divulgata dal sindaco di Comiso Peppe Alfano in merito ad un nulla osta che il ministero delle finanze e dell’economia avrebbe dato per la firma della convenzione tra Regione Sicilia ed Enav, arriva una ventata gelida.

Nino Minardo, deputato nazionale Pdl dichiara : «Solo quando la convenzione con Enav sarà firmata potremo "gioire". Il candidato governatore sottoscriva un "patto con la provincia di Ragusa". Al telefono, Minardo ha dichiarato che il sottosegretario al dipartimento del tesoro, Gianfranco Polillo, ha semplicemente dichiarato che tecnicamente non ci sono motivi ostativi alla firma. Pare invece che l’Enav non si accontenti di una convenzione biennale dove i costi sono coperti dalla Regione Sicilia per un totale di quattro milioni e mezzo, e che quindi ha chiesto un parere all’Enac, il cui presidente è Vito Riggio. La notizia del sì alla convenzione da parte del Ministero dell’Economia -semmai vera e confermata-, sarebbe sicuramente un fatto positivo anche se in colpevole ritardo.

«In un momento in cui la gente è sfiduciata – ha dichiarato Minardo- e ne ha tutte le ragioni, e mentre ‘imperversa’ la campagna elettorale, chiediamo, quindi, al nostro candidato governatore, di sottoscrivere un patto con noi, con la Gente iblea, in cui si impegna a finanziare per i prossimi cinque anni i costi dei servizi di assistenza al volo per l’aeroporto». Secondo Minardo, è necessario chiedere di sottoscrivere pubblicamente un patto che abbia come unico obiettivo quello di trasformare promesse astratte in concreti impegni, definendo i tempi ed i modi per aggredire ciascuna delle emergenze del territorio ibleo.

«Non siamo più disposti a dare fiducia a scatola chiusa – ha concluso il deputato nazionale - chiediamo atti concreti che diano al nostro territorio il giusto riscatto dopo anni di silenzi e di false promesse».

I NUOVI SPIRAGLI SUL MAGLIOCCO
Sull’aeroporto Magliocco di Comiso si aprono nuovi spiragli positivi. Dal Dipartimento del Tesoro arriva il «nulla osta» alla firma della convenzione tra Enav e Regione siciliana che potrà assicurare il servizio di controllo dei voli. Il sindaco Giuseppe Alfano ha ricevuto la buona notizia direttamente dal sottosegretario all’Economia. «Il sottosegretario all’Economia Gianfranco Polillo – ha spiegato Alfano - dopo l´incontro che ho avuto con lui la settimana scorsa, ha tenuto fede all´impegno preso col sottoscritto, intervenendo con la promessa sollecitudine presso le sedi competenti. A lui va il nostro doveroso ringraziamento per il tempestivo intervento che spiana la strada alla soluzione di un´ormai annosa e per certi versi stucchevole vicenda».

Il sindaco ha in mente di fare un altro viaggio verso la capitale per dare più velocità all’azione. «Ho richiesto e ottenuto un incontro a Roma per martedì prossimo con l’amministratore delegato dell´Enav, insieme al presidente di Soaco Spa Rosario Dibennardo. All’incontro saranno altresì presenti i nostri consulenti legali, al fine di confermare il contenuto della convenzione già redatta e fissare, pertanto, la data della firma. Nell´esprimere la soddisfazione per le ultime evoluzioni del caso, al quale ho molto lavorato con una convinzione pari alla tenacia, sono lieto che il sottosegretario Polillo abbia compreso le ragioni dell´urgenza, in funzione delle compagnie aeree che redigono in queste settimane i loro piani dei trasporti per il nuovo anno, dell´apertura dell´aeroporto comisano. Siamo, finalmente, in presenza di un fatto nuovo e positivo che riaccende speranze, comunque mai sopite, per il futuro dell´aeroscalo ibleo».

SAC: CAMBIO AL VERTICE
Sac informa che, nel corso dell’assemblea dei soci svoltasi martedì 2 ottobre, è stato eletto quale componente del Cda il consigliere Salvatore Pirrone che prende il posto del rinunciatario Giovanni Mazzone.

Pirrone, attuale Direttore Generale dell’Irsap, ente nato dalla riforma delle Asi, completa l’assetto del nuovo Cda della SAC di cui fanno parte Giuseppe Giannone, in qualità di Presidente, Nico Torrisi, Amministratore Delegato, e i consiglieri Alfio Pagliaro e Giuseppe Consoli della Camera di Commercio di Catania. I soci della Sac sono le Camere di Commercio di Catania, Siracusa e Ragusa, le Province Regionali di Catania e Siracusa e l’Irsap di Catania.


i cacadubbi
04/10/2012 | 9.56.22
Il Criticone

Di cacadubbi in provincia ne abbiamo fin troppi. Quello che ci manca sono gli "uomini" che fanno e non parlano a vanvera. E in questi ultimi anni ne abbiamo avuto di "uomini/politici" che hanno molto parlato e non hanno fatto un caz....


lo sapevo
03/10/2012 | 15.17.13
alex

non avevo finito di scriverlo....ed ecco che minardo colma i miei dubbi sugli entusiasmi di alfano.....la vicenda è ormai ben nota a tutti, e pochi potevano credere che dall´oggi al domani, l´enav firmasse convenzioni senza la garanzia di una fideiussione..sarebbe stato troppo facile. del resto, è logico che il ministero dell´economia e delle finanze se ne lavasse le mai dicendo a chiare lettere "non dipende da noi ma dall´enav".e non poteva essere diversamente considerato che il costo dei servizi di terra viene addebitato direttamente sul biglietto aereo......


e l´enav che ne pensa?
03/10/2012 | 9.27.41
alex

fa piacere che il ministero della finanza tramite un sottosegretario abbia dato il nulla osta. ma l´enav che ne pensa? fino alla scorsa settimana, era proprio quella che voleva garanzidi introiti oltre i due anni.firmerà la convenzione ?