Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 829
COMISO - 08/03/2008
Attualità - Comiso - Al via al "Carducci" la terza fase del progetto

Comiso: Partenariato scolastico europeo

Gli studenti voleranno in Bulgaria Foto Corrierediragusa.it

Al via all’Istituto secondario «G. Carducci « (nella foto) la terza fase del progetto Socrates Comenius 1, un programma di partenariato scolastico europeo della durata di tre anni sul tema dell’acqua, "From sky to tap".

La scuola comisana fino al 15 marzo partecipa in Bulgaria, nella regione del Montana, 100 km a nord di Sofia, all’incontro di tutte le scuole coinvolte, che sono, oltre al Liceo Carducci, altre quattro scuole europee, una francese, il Lycèe Condorcet di Parigi, , una spagnola, Durangaldeko Ibaizabal Ikastola, una inglese, Heston Community School, una bulgara, St. Clement Ohridsk.

Alla riunione, che è stata organizzata dalla scuola bulgara, una scuola superiore ad indirizzo scientifico, rappresenteranno il liceo comisano la coordinatrice del progetto, prof. Antonella Cavallini, e altri insegnanti , Tullia Giardina e Biagio Pelligra, che portano avanti l’attività, oltre a quattro alunni delle classi coinvolte nel progetto.

Nel corso dell’incontro le scuole avranno la possibilità di presentare il lavoro già svolto e di pianificare le prossime attività, che vedranno coinvolti in aula i ragazzi, ai quali toccherà approfondire il tema dell’acqua nei suoi vari aspetti (chimico- fisico, geografico, umanistico, letterario, artistico, sociale, ecc.). Gli studenti comisani saranno ospiti dei compagni bulgari e affiancheranno alle attività inerenti al progetto visite guidate della regione del Montana, una zona molto ricca di laghi, fiumi e sorgenti.

Per il liceo comisano il progetto è sviluppato da un gruppo di alunni delle quarte classi della sezione tecnico-commerciale, guidati dagli insegnanti delle diverse discipline. Si tratta di un vero e proprio gemellaggio fra gli alunni comisani e i colleghi europei. Il progetto, finanziato dalla Comunità europea, si prefigge come obiettivi il rafforzamento della dimensione europea, la promozione della conoscenza delle lingue straniere (in particolare della lingua inglese),e la promozione della cooperazione tra docenti e discenti attraverso gli scambi tra istituti di diversa nazionalità.

Il progetto ha come scopo prioritario quello di rendere consapevoli gli alunni dei vari aspetti e delle molteplici implicazioni che la risorsa acqua riveste a livello locale e globale.

"E’ questo il secondo anno che la nostra scuola prende parte al progetto «From sky to tap»-ha dichiarato il dirugente scolastico , prof. Corrado Roccaro. L’anno scorso le attività sono state numerose e stimolanti sia per i docenti che per gli allievi .Fra i vari momenti importanti la visita a Durango, qualche mese fa, che è stata di sicuro interesse sia per organizzare le attività legate al progetto sia perché ci ha dato la possibilità di confrontarci con realtà scolastiche completamente diverse dalla nostra. La scuola basca che ci ha ospitati ci ha fornito uno spaccato sulla realtà scolastica spagnola .

Lo scorso anno, inoltre, nella nostra scuola si è svolto il primo incontro operativo fra tutte le scuole partner e gli alunni delle scuole europee sono stati ospiti dei compagni comisani per cinque giorni.

Il progetto colloca la nostra scuola in una dimensione europea , risponde alle più moderne esigenze della didattica ed innalza il piano dell’offerta formativa del nostro istituto. I nostri alunni avranno sicuramente un incentivo in più per lo studio delle lingue e anche delle altre materie coinvolte nel progetto".