Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1440
COMISO - 02/03/2008
Attualità - Comiso - La società possiede ora il 65% della struttura

La "Sac" acquista l´ulteriore 14% di azioni dell´aeroporto

Altri 4 milioni di euro sono quindi finiti nelle casse comunali Foto Corrierediragusa.it

La visione più ampia delle cose, paga più della navigazione a vista. Sembrerebbe una considerazione quasi scontata, ma forse non lo è. Mentre qualcuno progetta di gestire l’aeroporto "Pio La Torre" di Comiso (nella foto), cominciando con il cambiargli nome, qualche altro, comincia ad intravedere grosse possibilità di «decollo» della struttura.

Ma andiamo per ordine. Qualche mese fa, fu presentata al sindaco di Comiso, Pippo Digiacomo, una petizione che chiedeva all’amministrazione di cambiare nome all’ ancora costruenda struttura aeroportuale. La petizione , firmata da quasi 500 persone, spiegava anche il perché di questa richiesta: la titolazione Pio La Torre, sarebbe potuta essere la causa dell’affossamento della struttura per la quale invece erano stati stanziati 46 milioni di euro.

Diciamo anche che il primo firmatario della richiesta, è stato l’ex sindaco di Comiso, Pasquale Puglisi. Tra gli altri motivi della richiesta, quello che Pio LaTorre non aveva nulla da spartire con il territorio di Comiso. Non volendo opinare sulle motivazioni politiche dei firmatari della petizione, arriva invece la risposta della Società di gestione dell’aeroporto stesso.

L’ Intersac, aveva già acquistato il 51% delle azioni dalla So.A.Co. per un totale di quasi 18 milioni di euro. Adesso, dopo l’entrata della provincia regionale di Ragusa per un milione e duecentomila euro, l’ Intersac ha deciso di acquistare un altro 14% delle azioni, prima che tutti i comuni sia della provincia che fuori, ne acquisiscano altre. In soldoni, sono già nelle casse comunali, altri 4 milioni di euro? E la Sac di aeroporti se ne intende.