Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1036
COMISO - 01/03/2008
Attualità - Comiso - Non attendono il faccia a faccia

Bellassai e Alfano si scambiano
frecciatine a distanza

Intanto si interviene sugli edifici scalastici Foto Corrierediragusa.it

Si è svolto ieri l’incontro tra il candidato sindaco Gigi Bellassai e i rappresentanti del mondo della scuola, nell’ambito della sua campagna d’ascolto.

Lo sforzo fatto dall’amministrazione uscente è stato quello di attribuire alla scuola l’importanza che meritava , l’amministrazione di domani avrà come obiettivo primario quello di migliorare ulteriormente la qualità dei servizi offerti , perché «al meglio non c’è mai fine» come è stato ribadito più volte dal candidato sindaco.

Alla nuova amministrazione non basteranno il pedibus , grazie al quale i nostri ragazzi hanno imparato a conoscere la propria città , le azioni di supporto che aiutano a gestire e integrare i ragazzi difficili , l’ ecocittà che ha consentito che si creasse una collaborazione scuola ? amministrazione con la quale i ragazzi sono stati seguiti anche oltre l’orario scolastico , tutto questo verrà riproposto e migliorato perché per costruire insieme una città migliore si deve partire dalla sua risorsa più preziosa : i ragazzi.

Per questo verranno create tre nuove scuole materne, rispettivamente nelle zone di Canicarao , dell’Ospedale nuovo e del quartiere Grazia , l’assessorato verrà dotato di un suo staff di operai così da risolvere i problemi tecnici nel più breve tempo possibile, e ancora , la mensa , che fornisce già un servizio ottimale , utilizzerà prodotti provenienti da agricoltura biologica .

Nei prossimi mesi verrà avviato il più grande potenziamento infrastrutturale delle scuole , tutte le scuole di Comiso e Pedalino saranno ristrutturate abbattendo le barriere architettoniche ,con messa in sicurezza e misure antincendio, inoltre saranno fornite di un sistema di produzione di energia rinnovabile (fotovoltaico) , il tutto con finanziamenti regionali , statali , europei e con collaborazioni pubblico private , quindi a costo zero per il Comune.

L’Assessorato competente sarà così chiamato: «Alle politiche dell’educazione e formazione permanente, e infanzia » , la formazione dovrà cioè guidare i ragazzi anche dopo la scuola dell’obbligo , pertanto verranno promossi , in collaborazione con il CNA , corsi di formazione e stage che consentano di ben inserire i ragazzi nel mondo del lavoro.

La scuola non può essere lasciata sola , dev’essere costantemente affiancata e supportata dal Comune , la scuola che vogliamo formi i cittadini di oggi e di domani dovrà essere eticamente impostata e silenziosamente supportata da un’amministrazione che mette al primo posto il bene della sua città e noi in questo siamo credibili perché lo abbiamo dimostrato in questi anni.

Mentre Bellassai continua la sua campagna ascolto con proposte e progetti da sottoporre alle diverse categorie di lavoratori che incontra, arriva una nota critica verso il suo operato, dal candidato di centro destra, Giuseppe Alfano, che ribatte su alcune assunzioni, a suo avviso, anomale. Nella nota di Alfano, si legge:

«Come abbiamo già reso noto, Bellassai non si limita ad ascoltare; è impegnato anche a stabilizzare i suoi amici, in barba a leggi e regolamenti, e soprattutto infischiandosene delle legittime aspettative di tutti gli altri precari e degli ex Asu che altri enti della provincia di Ragusa, retti dal centrodestra, hanno già immesso nei ruoli.

E’ noto che, in dieci anni di malgoverno, la Giunta Digiacomo ha assunto al Comune circa 200 collaboratori esterni. Si tratta di dipendenti soggetti a ricatto perché l’amministrazione può licenziarli senza motivo e in qualsiasi momento se si mostrano politicamente «infidi». Ed esempi di questo genere a Comiso non sono mancati: alla faccia della tutela dei lavoratori, di cui la Sinistra mena vanto in continuazione!

Bellassai e alcuni suoi sostenitori vanno dicendo in giro che Alfano, in caso di successo, manderà a casa tutte queste persone alle quali lui invece garantirebbe, essendo persona seria e democratica, la stabilizzazione in tempi celerissimi. Omette di precisare che, se così facesse, salterebbero tutte le compatibilità economiche. Insomma, le solite promesse elettorali.

In proposito il programma di Giuseppe Alfano è trasparente: rispetto delle leggi, stabilizzazione degli ex Asu e immissione progressiva nei ruoli degli altri precari, senza guardare al loro colore politico, eccezion fatta per pochi elementi che già godono magari della pensione e che lucrano al Comune uno stipendio aggiuntivo senza fare un bel nulla.

Come sta procedendo, invece, Bellassai ve lo raccontiamo noi. Di tutti i contrattisti sta tentando di stabilizzare, facendo carte false, il solo ing. Nunzio Micieli, suo braccio destro all’Ufficio tecnico. La procedura è, a dir poco, irregolare. I sindacati aziendali hanno chiesto la revoca della delibera, ma a nostro avviso nell’atto sono riscontrabili anche profili di responsabilità penale.

Al di là di ciò che accerterà l’autorità giudiziaria, salta agli occhi l’arroganza e la presunzione della Giunta uscente, di cui Bellassai è stato esponente di spicco, secondo al solo Digiacomo. Evidentemente nei confronti di Micieli hanno un debito che va saldato subito, anche a rischio di calpestare leggi, regolamenti e giustizia sociale. Tutti gli altri precari si mettano il cuore in pace; possono solo sperare in un rinnovo del contratto, sempre che dimostrino fedeltà e solerzia in campagna elettorale.»