Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 795
COMISO - 27/02/2008
Attualità - Comiso - Il poco lusinghiero epiteto non piace per niente

Comiso: Insorgono i "Palazzinari"

I vincoli sarebbero troppo limitativi Foto Corrierediragusa.it

I «palazzinari « di Comiso si ribellano. L’epiteto poco lusinghiero con il quale sono stati messi all’indice da qualcuno, non è piaciuto molto al 98% delle imprese edili di Comiso. Gli edili, attraverso le loro organizzazioni di categoria, hanno spiegato che, tra vincoli urbanistici, aree designate e costi elevati per metro quadro dei terreni lottizzati, non sempre è possibile realizzare villini mono familiari, circondati dal verde.

Innanzitutto, hanno spiegato, ci sono vincoli urbanistici che vengono imposti dalle varie aree, ad esempio la zona b, c, ecc. ecc. queste zone prevedevano già all’origine quale tipo di costruzione e destinazione d’uso era possibile realizzare. Come ci sono zone nell’interland di Comiso, dove sono state realizzate solo villette mono familiari, e tra l’altro, trovandosi nella nuova area prevista dal PRG, stanno via via divenendo la quasi totalità delle abitazioni.

Ma per tornare alle «palazzine», gli edili hanno anche aggiunto che il costo di un metro quadrato in certe zone, impone di utilizzare tutto lo spazio consentito per edificare. Inoltre, al dilà dei vincoli citati, gli imprenditori edili hanno tenuto a ribadire che non vi è alcuna altra legge locale, regionale o statale, che possa imporre laddove possibile, di costruire ciò che si vuole. L’importante che tutta la normativa in merito, sia rispettata e conforme.