Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 748
COMISO - 08/05/2012
Attualità - I cittadini vessati dalle tasse cominciano a sviluppare il senso civico

Comisani tartassati denunciano gli incivili alle autorità

Alcuni cittadini si sono improvvisati controllori dell’ambiente

I cittadini vessati dalle tasse cominciano a sviluppare il senso civico e cominciano a controllare il territorio. A fronte di un aumento delle tasse sulla raccolta dei rifiuti ed una raccolta differenziata che solo ora comincia ad essere un po’ più organizzata, alcuni cittadini si sono improvvisati controllori dell’ambiente contro coloro i quali non hanno ancora capito che l’ambiente è un bene di tutti da tutelare. Così, armati di mezzi di fortuna come i cellulari, hanno ripreso i «trasgressori». Giovedì scorso infatti, verso le 14.45 un comisano, D. A, trovandosi casualmente nei pressi del cimitero di Comiso, si è accorto che il proprietario di una betoniera, parcheggiata a pochi metri dall’ingresso del luogo di culto, stava tranquillamente lavando il mezzo, scaricando i liquami nel terreno attiguo. Acqua sporca e cemento residuo che si sono depositati a pochi metri dal cimitero.

Il signor D. A, stizzito dall’episodio di chiara inciviltà, ha ripreso tutto con il cellulare. Alla fine ha fatto pervenire il video anche all’assessore all’ambiente, Nenè Amenta, che ha commentato : «Faccio i complimenti a questo cittadino che ci ha segnalato l’accaduto e mi auspico che anche altri seguano l’esempio. Devo anche aggiungere che procedendo in questo senso, non solo potremo prendere atto del grado di civiltà di molti concittadini che non vogliono più subire a causa di pochi, ma che a poco a poco, si sta diffondendo anche l’interesse per l’ambiente. Per quanto ci compete vigileremo sempre, ma la collaborazione della città è fondamentale».