Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 851
COMISO - 26/04/2012
Attualità - La protesta del parlamentare Pd inizia venerdì alle 10 nel piazzale antistante il "Magliocco"

Aeroporto: Incardona chiede più soldi, Digiacomo digiuna

Per il deputato di "Grande Sud" occorrono almeno altri 300 mila euro che la Regione deve assicurare

Ci vuole un impegno forte della Regione sull’aeroporto di Comiso che rischia di rimanere inutilizzato. Serve ancora un sostegno economico della Regione perché lo Stato non si assumerà l´onere del servizio di assistenza al volo. Il governo Lombardo si è impegnato a sostituirsi all´intervento statale per i primi due anni, stanziando quattro milioni e mezzo, ma il finanziamento (che fra l´altro ancora non è stato trasferito al Comune) non è sufficiente perché ,secondo l´Enav, occorrono almeno altri 300 mila euro.

L´onorevole Carmelo Incardona fa sentire la propria voce e chiede al governatore Lombardo di rompere gli indugi e assumersi su Comiso le sue responsabilità: «Ancora un volta – rileva il parlamentare di "Grande sud" – la Regione nega alla provincia la possibilità di avviare il suo sviluppo infrastrutturale. Il governo Lombardo deve adempiere agli impegni assunti, impinguando lo stanziamento destinato all´aeroporto di Comiso in modo di renderne possibile l´operatività per 16 ore al giorno, come proposto dall´Enav. Lombardo non può pensare di governare in una logica autoreferenziale».

Incardona se la prende anche con Pippo Digiacomo che domani comincia alle 10 la sua protesta con lo sciopero della fame: «Il suo sciopero della fame è solo l´ennesimo tentativo per attirare l´attenzione dei media. Al posto di quest´inutile protesta perché Digiacomo non sollecita il governo regionale, che sostiene politicamente, a farsi carico del "Magliocco" garantendone la piena operatività?».

Digiacomo ha reso note le modalità della sua protesta che inizierà venerdì alle 10. La attuerà nel piazzale antistante l´aeroporto. Il digiuno sarà interrotto nel momento in cui le autorità statali avranno dato risposta a una serie di domande formulate dal deputato regionale del Pd.

Secondo Digiacomo, «lo Stato paga a vuoto da due anni 50 vigili del fuoco destinati all´aeroporto, spendendo milioni di euro e, nel contempo, lesina i soldi del servizio Enav. L´aeroporto è stato costruito con soldi pubblici e noi abbiamo il diritto di sapere con esattezza quando diventerà finalmente operativo».


e la barzelletta continua 122^ puntata
26/04/2012 | 16.35.07
franco

questo aeroporto è da striscia la notizia!
ma anche i nostri grandi politici della provincia sono da striscia la notizia!
siamo veramente al ridicolo! e poi si parla di sviluppo!


RECLAME A COSTO ZERO
26/04/2012 | 11.16.44
biagino

Per un deputato regionale il digiuno è un ossìmoro.
Quanto all´efficacia dei ´suggerimenti´ del deputato di Forza del Sud a Lombardo è lecito nutrire qualche dubbio.
Tutta réclame a costo zero...