Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 795
COMISO - 12/04/2012
Attualità - L’iniziativa dell’amministrazione comunale

Finanziamenti d´immobili, Puglisi chiede chiarimenti

Il consigliere della lista civica LaTorre nutre dubbi
Foto CorrierediRagusa.it

Richiesti finanziamenti per la ristrutturazione di beni immobili comunali che potrebbero essere messi in vendita. Pasquale Puglisi (foto) de LaTorre, chiede chiarimenti.

Il consigliere della lista civica LaTorre, nutre dubbi sull’iniziativa «La fabbrica dell’accoglienza», un progetto della giunta Alfano con il quale si chiede un finanziamento di circa 350mila euro, per la ristrutturazione di un immobile comunale, al fine di realizzare un centro di accoglienza per extracomunitari richiedenti asilo politico. L’immobile è l’ex oleificio Sallemi.

«Come precisato nello stesso documento – spiega Puglisi - la concessione del finanziamento è subordinata, non solo all’impegno del Comune di Comiso di non modificare la destinazione d’uso dell’immobile ristrutturato per almeno cinque anni, ma alla garanzia che lo stesso Comune assicuri i costi di gestione e manutenzione (ordinaria e straordinaria) del centro, i servizi di prima necessità, l’accoglienza, l’assistenza, il servizio mensa, etc. per non meno di cinque anni. Ciò, come detto, comporta un notevole aggravio di spesa per il bilancio comunale da riequilibrare; bilancio che, fra l’altro, dovrà essere approvato con decreto dello stesso Ministero dell’Interno. L’iniziativa presa dalla Giunta, sul cui scopo umanitario nulla sarebbe da eccepire, riflette l’impotenza politica di un esecutivo che, pur di potere annunziare qualche modesto finanziamento, si aggrappa ovunque, anche sul comune sentire umanitario, ma non riesce responsabilmente a calarsi nella realtà del fallimento economico in cui vive e continua a prendere quotidianamente abbagli».

Puglisi si chiede come sia possibile infatti, a dissesto dichiarato e in attesa della nomina dell’Organo Straordinario di Liquidazione, programmare la ristrutturazione di un immobile comunale che fa parte del patrimonio disponibile «quando poi, domani, potrebbe esserne decisa l’alienazione per far fronte ai debiti accumulati dall’Ente?Come può la Giunta Alfano assumere impegni di spesa quinquennali in assenza di un bilancio di previsione che dovrà essere riequilibrato, su proposta del Consiglio Comunale, dal Ministero dell’Interno. Non sorge a qualche componente della Giunta il sospetto che certi atti amministrativi potrebbero essere, in ambienti ministeriali, interpretati come irriguardosi tentativi di gabbare la legge»?


finanziamenti
12/04/2012 | 7.56.35
condor

è cosa lecita cercare finanziamenti,cosicchè con la scusa di ripristinare qualche immobile abbandonato da anni si pensi a ristrutturazioni x chi?????? excomunitari!!!!! non che io sia razzista,niente affatto, ma mi sorge il dubbio che già le casse comunali sono un disastro e poi si pensi di spendere x altri progetti che di sicuro verranno abbandonati come successo x altri,allora di sicuro si specula x fregare la legge ,soldi stanziati e facili fregature,più che normale!!!!!!!!!ma perchè non pensate di sanare i conti e sistemare la città che sta sembrando ed è all´abbandono??????? tutta un´altra comiso!!!! infatti, diversa di quella che potrebbe essere. ma state con la lunghezza della gamba invece di fare cose da sperpero di denaro che poi non potete mantenere!!!!!!!! tutti uguali cercate finanziamenti sempre x fregare soldi pubblici!!!!!!!!! E IO PAGO!!!!!!