Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1145
COMISO - 11/03/2012
Attualità - Giusy Brullo chiede conto e ragione al primo cittadino

Degrado villa comunale: le donne del Pd da Alfano

La portavoce del gruppodonne Pd, ha anche ricordato che nel mese di settembre, l’assessore ai lavori pubblici aveva dichiarato che i servizi igienici sarebbero stati ripristinati nel più breve tempo possibile Foto Corrierediragusa.it

Un gruppo di mamme incontra il sindaco per protestare sul degrado della villa comunale e della bambinopoli. Il gruppo, ha richiesto la presenza della rappresentante del gruppodonne Pd di Comiso Giusy Brullo (foto). Al sindaco è stato segnalato ancora una volta lo stato di degrado in cui versa non solo la villa, ma soprattutto la bambinopoli che rappresentava l’unico spazio pubblico di cui i bambini del paese potevano usufruire.

«Volendo anche ammettere che una esigua minoranza di persone non sa cosa sia la civiltà – ha dichiarato la Brullo - il bene comune e il rispetto per le regole, c’è sempre qualcosa che non torna. Nello specifico della bambinopoli e dei bagni della villa comunale vorremmo far notare (e ricordare) che essi risalgono addirittura all’amministrazione Puglisi (1994/98) e che da allora mai le mamme o gli anziani che frequentano i giardini pubblici si sono lamentati dello stato in cui versa tutta l’area e non solo la zona destinata ai bambini. Mai nessun atto vandalico è stato registrato, grazie soprattutto al costante controllo dei custodi e alla periodica manutenzione del verde».

La portavoce del gruppodonne Pd, ha anche ricordato che nel mese di settembre, l’assessore ai lavori pubblici aveva dichiarato che i servizi igienici sarebbero stati ripristinati nel più breve tempo possibile. «Venerdì abbiamo notato che nulla è cambiato e che non è stato effettuato alcun intervento manutentivo. Detto ciò, vogliamo ancora una volta prendere per buone le assicurazioni del primo cittadino. Vogliamo credergli.

Vogliamo sperare fino all’ultimo che le sue promesse di dare ai comisani «tutta un’altra Comiso», siano mantenute. Consapevoli che adesso non è solo il nostro partito a vigilare, ma i cittadini che hanno perso qualunque tipo di fiducia nei confronti di questa amministrazione di centro destra, sostenuta tra l’altro, da partiti che dichiarano a gran voce di volere operare nel bene dei cittadini, delle famiglie e delle fasce deboli. Infine, senza tema d’essere smentite, ricordiamo al sindaco e a tutta la giunta, che oltre alla villa comunale, c’è tutto un paese distrutto, anzi «dissestato».


Giusy, chi?
13/03/2012 | 1.26.12
Coliandro

Giusy, chi??????


TROPPO BUONE
12/03/2012 | 14.05.53
sandro

tra le mamme che venerdì erano all´inontro, ce n´è una che conosco e che mi ha raccontato tutto. devo riconoscere che la portavoce del gruppodonne, è stata fin troppo buona nel riportare quanto accaduto.ci vuole stile anche nel raccontare. io al suo posto, non avrei fatto tutti questi sconti all´assessore amenta e al sindaco.