Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 791
COMISO - 26/02/2012
Attualità - Quotidiane segnalazioni sullo stato disastroso del manto stradale

Strade simili a mulattiere a Comiso e dintorni: è protesta

In questi giorni infatti, l’ Mpa ha inviato una nota dove si evidenzia che le intemperie hanno infierito così come in tutto il resto d’Italia, ma a Comiso, gli effetti purtroppo sono peggiori che in altre parti
Foto CorrierediRagusa.it

Quotidiane segnalazioni sullo stato disastroso del manto stradale di Comiso. Dal Pd al Mpa a Progresso sud, le segnalazioni e le critiche non si risparmiano (nella foto la situazione in via Falcone). Tra l’altro, numerosi sono anche i danni che molte vetture subiscono a causa delle buche nelle strade di Comiso. Ha ragione chi afferma che si farebbe prima a contare quelle in buono stato, che quelle «dissestate», tanto per restare in tema.

In questi giorni infatti, l’ Mpa ha inviato una nota dove si evidenzia che le intemperie hanno infierito così come in tutto il resto d’Italia, ma a Comiso, gli effetti purtroppo sono peggiori che in altre parti.

»Riceviamo dai nostri concittadini tantissime segnalazioni di buche sulle strade cittadine di Comiso e della frazione di Pedalino. I danni provocati dal maltempo e l’acqua che, costantemente e per più giorni è caduta abbondantemente, hanno avuto un effetto devastante sulle nostre strade. Asfalto sbriciolato, buche più o meno profonde causano gravi disagi alla circolazione. Le nostre vie risultano inadeguate e carenti – sostiene Salvatore Buscema dell’ Mpa - e si tratta di una vera e propria emergenza, tanto che i cittadini con pale e sabbia si improvvisano operai comunali coprendo le buche. In alcune zone sia di Comiso che di Pedalino - continua Buscema-le buche sono state coperte con delle piccole pietre aumentando a giudizio di tutti la pericolosità visto che il pietrisco va schizzando, andando a finire inevitabilmente sulle abitazioni adiacenti e sui passanti.

Serve, pertanto, un monitoraggio completo delle strade urbane ed un intervento urgente di manutenzione, per garantire la sicurezza di chi percorre questi tratti di strade dissestate e rischia l’incolumità, muovendosi in moto o in bicicletta». Accanto al Mpa, anche Progresso sud per voce del suo rappresentante, Michele Zisa, ha da dire e ridire.

"Le strade cittadine sono, come tutti quelli che le percorrono sanno, diventate delle trappole che infliggono dure penitenze economiche alle ruote degli autoveicoli e all’incolumità di passeggeri e passanti. Il parcheggio selvaggio in principali vie contribuisce ad aumentare lo stato di malessere e ancora la piaga della raccolta dei rifiuti continua ad affliggere il martoriato popolo Comisano, reo di aver avuto la mala sorte di una compagine amministrativa che in un paese sottosviluppato probabilmente avrebbe fatto la sua figura, ma non a Comiso. Lo stato delle opere pubbliche infine è in una situazione veramente preoccupante per non dire catastrofica

E questo tutto sommato sarebbe ancora accettabile se, e dico se, almeno sapessero gestirle in modo corretto. Ma purtroppo questi amministratori sono veramente incapaci di portare a compimento alcunché in modo almeno sufficiente. In compenso le poche cose che fanno le fanno malissimo. La progettualità infine è scomparsa dal lessico amministrativo del Comune di Comiso. E questo è un danno incalcolabile perché ci mette nelle condizioni di una stagnazione futura nel campo delle opere pubbliche il cui corso ha bisogno sempre dell’alimentazione della progettazione per non interrompere un flusso virtuoso che porti risorse economiche fresche nella nostra città. In ultima analisi si può dire che questi fanno molto poco per Comiso. E questo è un bene perché tutto quello che fanno è un disastro».