Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 455
COMISO - 16/01/2012
Attualità - L’albero della discordia fa litigare Puglisi e Cassibba

Via pini e ficus di piazza Marx, Puglisi attacca Cassibba

Il consigliere della lista La Torre critica la decisione di spogliare la città di alberi pluridecennali. L’assessore: «Il costo è risibile, pianteremo 18 palme»
Foto CorrierediRagusa.it

L’albero della discordia. Maggioranza e opposizione si attaccano a «colpi di albero». Pasquale Puglisi (lista La Torre) accusa l’assessore Roberto Cassibba (foto) di avere sradicato alberi pluridecennali e vegeti. «I Comisani – scrive Puglisi in una interrogazione presentata - hanno assistito esterrefatti all’espianto di parecchi grandi alberi pluridecennali (i pini della Scuola «Saliceto», i ficus di piazza Marx) che, non solo ha spogliato il centro storico di buona parte dell’esiguo verde pubblico esistente, ma ha avuto anche un costo economico rilevante per le disastrate casse comunali».

Nell’interrogazione, il consigliere Puglisi chiede: a quanto ammonta la spesa per l’espianto, il trasporto e il reimpianto, se effettivamente previsto, degli alberi di piazza Marx e di via Veneto, oltre all’importo dei relativi progetti; se non si ritenga assai inopportuno privare i cittadini del verde gravando per di più la spesa sulle casse comunali in un momento particolarmente delicato in cui l’ente si accinge a dichiarare il dissesto finanziario; se tutt’al più non si ritenga fosse stato doveroso ed opportuno intervenire, data la precarietà, sulla struttura e sui tetti del complesso dell’ex manifattura Tabacchi.

Risponde l’assessore Cassibba: «Come sempre tanto strepito per nulla. Intanto gli alberi saranno ripiantumati nei pressi di via Biscari, tre per l’esattezza, e 15 saranno a breve allocati in un’area interna all’aeroporto Magliocco. Per quanto concerne le spese relative, il costo di sradicamento è di circa 300 ad albero e di circa 400 la ripiantumazione. Infine, voglio tranquillizzare il consigliere Puglisi perché questi costi non sono a carico dell’amministrazione, ma sono stati inseriti nel finanziamento complessivo di 120 mila euro, derivato dal mutuo contratto con cassa depositi e prestiti». In conclusione, l’assessore ha anche spiegato che i 18 alberi divelti, saranno sostituiti da 18 palme.


Verde pubblico curato senza criterio.
22/01/2012 | 15.02.58
Davide Nicaso

Un plauso innanzitutto a punteruolo e acaro, troppo simpatici, peccato siano rossi :-) non siate ingordi però, altrimenti vi estinguerete da soli...se finirete il "cibo" troppo in fretta non ve ne daranno altro!

A Comiso il verde pubblico è purtroppo curato senza un minimo di sensato criterio. Da una parte si spendono migliaia di euro per sradicare alberi e ripiantarne altri (potare e tenere curati quelli che ci sono sembra brutto effettivamente..), dall´altra si lasciano alberi in pessime condizioni di manutenzione, come per esempio i 4 alberi nella piazzetta tra San Biagio-P.Mafalda-Gramsci che è diventata un lerciume!

Quando ci sono problemi economici si spende quel poco denaro che c´è per curare ciò che si ha, non per apportare inutili innovazioni. Da dovunque provengano i fondi si deve trovare il modo di spenderli al meglio e se non è possibile li rendete a chi ve li ha dati dicendo "se non li posso spendere per questa cosa che riteniamo essere la migliore, ve li rendiamo" e fate più bella figura.


sostegno
19/01/2012 | 11.30.27
gaetano di silvestro

buondì!
mi spiace molto leggere queste notizie!!! mi spiace perchè è doveroso per una regione sostenere associazioni come questa!
intanto perchè non fate una raccolta fondi? perchè non si sensibilizzano altre associazioni pro-ambiente? non vi può aiutare nessuno?
io una piccola donazione la farei con il cuore!
grazie per il vostro lavoro e amore!
Gaetano


NO LA PRIMAVERA NO !
17/01/2012 | 17.16.40
acaro rosso della vite

punteruolo, già litigo con mio fratello, phitophagoides pharinae, che in primavera mi stressa, pensa se devo ingaggiare una guerra con i pollini che detesto ! sai che ti dico? ora mi mangio tutte le piante e non solo le foglie di vite !


Coraggio, acaro della vite!
17/01/2012 | 16.17.06
Punteruolo rosso

Buona fortuna anche a te....e... coraggio la primavera è vicina


AH...!COSA NON SI FA QUANDO SI HA FAME
17/01/2012 | 16.07.35
acaro rosso della vite

beh....ti capisco....pensa a me, mi combattono in tutti modi......con gli anticrittogamici, con i feromoni, con gli scarafggi.....temo di estinguermi presto.....ti consiglio di fare il conto di quante washingtonie ci sono......non vorrei che alla fine tu morissi di fame !