Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 869
COMISO - 08/01/2012
Attualità - Evocativo dossier fotografico di Salvo Liuzzo

Centro operativo misto? No, discarica a cielo aperto

Tra le foto del dossier anche lo stato in cui versa la piattaforma di stoccaggio dei rifiuti differenziati di contrada Mendolilla
Foto CorrierediRagusa.it

L’assessore all’Ambiente Nenè Amenta diffida i privati a ripulire i terreni incolti ma dimentica di diffidare il Comune per lo stato in cui versano i terreni del Centro operativo misto della Protezione Civile comunale. Ci pensa Salvo Liuzzo, segretario dei Giovani democraciti di Comiso, attraverso un dossier fotografico che illustra lo stato di abbandono del Com e non solo. Tra le foto del dossier anche lo stato in cui versa la piattaforma di stoccaggio dei rifiuti differenziati di contrada Mendolilla, che sembra essere diventata una discarica.

«Nel resoconto di fine anno – ha detto Liuzzo – l’assessore Amenta ha dichiarato di avere diffidato i privati cittadini a ripulire i terreni incolti di loro proprietà, cosa che comunque rientra nelle normali attività amministrative e non certo in quelle straordinarie, ma ha dimenticato di auto diffidarsi, visto lo stato in cui versa tutto il terreno della Protezione civile, in tutto circa 10 mila metri quadrati, e che in caso di terremoti o alluvioni, dovrebbe ospitare i cittadini comisani per il primo soccorso. Le foto, scattate il 7 gennaio 2012, sono alquanto descrittive».

Ma il dossier fotografico va ben oltre il Com. Infatti a confinare c’è il centro di smistamento dei rifiuti che dovrebbe essere una piattaforma di conferimento e di smistamento dei rifiuti differenziati. «Pensavamo che le sorprese fossero finite – ha continuato Liuzzo – ma siamo stati incuriositi dalla presenza di centinaia di piccioni che aleggiavano tutti sopra la stessa zona. Spostatici di qualche metro, non abbiamo creduto ai nostri occhi. Quintali di sacchettini cumulati non si sa da quanto tempo e cartone ammassato misto a frigoriferi, lavatrici e televisori.

La cosa ci preoccupa fortemente per due motivi. Il primo per le condizioni igienico- sanitarie in cui versa la piattaforma che è delimitata semplicemente da una rete metallica oltre la quale, a pochi metri, c’è il mercato ortofrutticolo. Il secondo, è l’evidente pericolo di incendi che si potrebbero sviluppare e che divamperebbero in pochi minuti, con grave pregiudizio per la struttura mercantile limitrofa. Per questo motivo – ha concluso Liuzzo – invitiamo l’assessore ad intervenire immediatamente per bonificare la piattaforma e metterla in sicurezza».

Clicca sulle foto sotto per ingrandirle


PATRONU !!!!!!!
09/01/2012 | 14.54.50
ALLIBITED

matruzza...!!!!!! ma comu mai i cumisari addivintarru tutti ora incivili? tutta ntà na vota? ma mentri i cassonetti re rifiuti o comisu chi fini ficinu? ma mentri comu mai ancora mienzu paisi aspetta i contenitori ra differenziata? ma mentri signor Nicaso lei chia nun ci stapia o comisu prima? NO PERCHE´ VEDA, UNA COMUNITA´ PUO´ ESSERE TACCIATA DI QUALCOSA, SOLO E QUANDO C´E´ UN RISCONTRO COL PASSATO E A NESSUN COMISANO RISULTA CHE PRIMA IL PAESE ERA COSI´ ! SI FACCIA UN GIRETTO E PARLI CON AL GENTE....E POI SI ESPRIMA LIBERAMENTE.


Diffidate anche i cittadini!
09/01/2012 | 13.21.25
Davide Nicaso

Chi sarebbe da diffidare per prima è la cittadinanza comisana e delle contrade dei comuni limitrofi!
Fotografie ne possiamo produrre a centinaia, anche in Via Enrico Berlinguer ci sta una discarica abusiva a lato della strada, come in tanti altri punti del territorio comisano. Per fare nascere queste discariche è sufficiente che qualcuno dia il "via" con i primi tre sacchetti, dopo di che ogni sacchetto in più è come se avesse titolo per stare assieme agli altri. Molto probabilmente ci sarà chi pensa (e, peggio, crede) che se si accumulano i rifiuti in un unico punto lungo una strada, il netturbino farà meno fatica a raccoglierla!...difficile comprendere cosa passi per la testa di taluni cittadini...meno difficile risulta credere che, spesso e volentieri, lo si faccia apposta per screditare l´operato della maggioranza al potere.

Molti comisani sono incivili, e questo non lo dico solamente io, ma è ciò che tutti i comisani stessi mi hanno riferito parlando di questo argomento.
E´ comodo vero gettare i sacchetti dai finestrini delle auto? Magari a 2 km da casa vostra...perché l´importante è che i rifiuti stiano lontani dalla vostra abitazione, poi se deturpano o inquinano i terreni altrui non è un problema vostro...giusto?

Egr. Sig. Sindaco del Comune di Comiso, aveva promesso multe a chi non avrebbe differenziato regolarmente i rifiuti, le stiamo infliggendo queste sanzioni?? E le multe per chi abbandona i rifiuti? Possibile che mai nessuno veda niente!?
Ma anche sanzioni per i netturbini che non svolgono correttamente il loro lavoro, per l´amministrazione comunale se si ravvisasse qualche grave mancanza. E´ giunta l´ora che ciascuno si assuma le proprie responsabilità e ammetta i propri errori. Dobbiamo cambiare tutti, migliorandoci, per tutti.