Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 927
COMISO - 23/12/2011
Attualità - L’iniziativa di ricorrere al Tribunale regionale era stata presa dalle opposizioni

Comiso, il Tar rigetta il ricorso sull’aumento Tarsu

Legittimo l’aumento della tassa sulla raccolta dei rifiuti urbana che tante polemiche aveva suscitato

La notizia del rigetto arriva direttamente dalla bocca dell’assessore all’Ambiente Nenè Amenta. L’aumento delle aliquote della famigerata tassa sulla raccolta dei rifiuti solidi urbani ha subito un aumento del 30% con delibera di giunta e senza passare dal vaglio del consiglio comunale. Subito dopo l’arrivo dei bollettini della prima rata tutti i consiglieri di opposizione, più partiti non rappresentati in consiglio ed associazioni di categoria, hanno presentato un ricorso al Tar per bloccare questi aumenti che non poco hanno gravato sulla tassazione comunale a carico dei cittadini.

Importante sottolineare che i ruoli della Tarsu, non erano riferiti all’anno in corso durante il quale, il primo di agosto è partita la raccolta differenziata, ma al 2010 quando si effettuava la normale raccolta. La vicenda aveva suscitato una ridda di polemiche infinite, conclusesi con il ricorso al Tar. Oggi Amenta ha dichiarato ufficialmente: «Il sindaco mi ha comunicato nel pomeriggio di ieri, che il ricorso è stato rigettato dal Tar e ciò vuol dire che nessun aumento illegittimo è stato fatto a danno dei cittadini». La notizia cade come il cacio sui maccheroni considerato che è in corso il pagamento della seconda rata della tassa sui rifiuti. Per cui è legittimo pensare che non vi sarà alcun cambiamento nei conteggi delle aliquote e che l’aumento applicato non verrà abolito.

Il sindaco Giuseppe Alfano esprime la sua soddisfazione: «Questa prima decisione del Tar catanese rende giustizia della serie di illazioni e speculazioni politiche che abbiamo registrato nel recente passato dopo l´emissione dei nuovi ruoli relativi alla Tarsu. L´ordinanza emessa dal Tar, la stessa motivazione, lasciano già intuire che anche nel merito la pronuncia sarà di respingimento del ricorso. Ciò ci conforta sulla linea seguita, i ruoli emessi sono perfettamente legittimi e l´aumento del 30 per cento del tributo è, purtroppo, rispondente alle attuali esigenze. È giusto ribadire che tale aumento nulla ha a che fare con l´introduzione della raccolta differenziata che, anzi, ci ha permesso di contenerlo. Il Tar di Catania, pertanto, spazza via tutte le inutili polemiche suscitate dai nostri oppositori, peraltro non recepite dai cittadini che, in molti in un´unica soluzione, altri a rate hanno già effettuato i relativi versamenti. Quest´ultimi dunque potranno saldare la terza rata nei tempi previsti, cioè entro il 12 febbraio».


era meglio aspettare
24/12/2011 | 19.21.07
batman

avrei evitato in questa prima fase, l´esultanza. e non capisco nemmeno cosa faccia intuire questa prima parte.....forse qualcuno può intuire che anche la seconda fase sarà a favore dell´amministrazione, ma da quanto letto nell´ordinanza del tar, non mi pare che si tratti di una gran vittoria signor sindaco. si dice solo che è stata rigettata la rihciesta di sopsensiva, ma anzi, si rinvia ad un livello superiore di giudizio.......che entrerà nel merito!
comunque....auguri ( di buon Natale )


Non mi pare si sia capito di cosa si parla
23/12/2011 | 19.30.02
Gaetano Gaglio

A quanto ne so io il TAR ha rigettato la richiesta di sospensiva, non il ricorso sulla legittimità dei ruoli emessi. L´ordinanza recita infatti "allo stato non si reputa sussistere un pregiudizio grave ed irreparabile tale da giustificare il richiesto provvedimento di sospensione, in ragione della possibilità di ripetizione a posteriori di eventuali importi che, all’esito del giudizio, dovessero risultare non dovuti". Non si evince da nessuna parte che il ricorso verrà rigettato, che gli aumenti sono legittimi, che le polemiche sono spazzate via. O Amenta e Alfano non hanno capito, o fanno confusione volutamente, o esistono altri provvedimenti che nessuno conosce.


soddisfazione ???????????
23/12/2011 | 16.53.58
giamburrasca

resto basito dall´esordio, a mio parere, poco felice di un sindaco che esprime soddisfazione. ma per cosa? per avere avuto conferma che i cittadini dovranno pagare bollette folli? perchè gente che guadagna a stento 600 euro al mese pagherà 300 euro di immondizia? per avere dimostrato che le tasse aumentano a dismisura perchè la gara di affidamento non è stata fatta e non c´è un ribasso dei costi pari al 20percento ? ma soddisfatto di che signor sindaco? e diciamola tutta: a settembre, su un minione e mezzo di previsione, vi sono entrati 150 mila euro!!!!! su questo non esprime soddisfazione? vedremo ora quanto entra nelle casse comunali !