Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 974
COMISO - 23/12/2011
Attualità - Preoccupazione per le dichiarazioni del ministro Passera sui nuovi scali

"Magliocco" non è in discussione: ha concessione quarantennale

Il ministro aveva detto che «non si può avere un aeoroporto in ogni provincia». Rosario Dibennardo tranquillizza: «Il nostro scalo è già pronto, attendiamo solo che il governo si faccia carico del costi Enav»
Foto CorrierediRagusa.it

Per un attimo, leggendo le dichiarazioni del ministro dello Sviluppo, infrastrutture e trasporti Corrado Passera, riguardo alla sospensione del rilascio delle concessioni dei nuovi aeroporti che dovrebbero aprire, abbiamo fermato il respiro. Un altro disco rosso per il «Vincenzo Magliocco» di Comiso? No, la sospensione riguarda i nuovi aeroporti, Comiso non rientra fra quelli col bollino «rosso».

Rosario Dibennardo (foto), presidente di Soaco Comiso, a tal proposito tranquillizza: «La volontà del ministro e dell’Enac riguarda aeroporti di piccole dimensioni che devono ancora ricevere la concessione. Comiso ha già una concessione quarantennale, completato con soldi pubblici e certificato dall’Enav. Attendiamo che il nuovo governo si faccia carico dei costi Enav come avviene in tutti gli aeroporti d’Italia».

Pericolo scampato, dunque, da Comiso si potrà volare. Anche se, consapevoli delle vicissitudini e delle lungaggini burocratiche degli ultimi anni, vogliamo attendere l’esito finale con molta cautela. Le preoccupazioni erano nate dalla delibera del Cda dell’Enac di sospendere gli esami in corso per il rilascio delle concessioni. «Non si può avere un aeroporto in ogni provincia»- aveva dichiarato il ministro Passera. E chi può non condividere un’affermazione del genere in un momento in cui si chiedono oboli anche ai mendicanti per sanare il bilancio dello Stato? Ma Comiso come ha detto il presidente Dibennardo, è già in uno stato di avanzamento tale da non poter più fermare il decollo.