Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 556
COMISO - 15/12/2011
Attualità - Al 4° Convegno internazionale sugli studi pirandelliani

Il preside Corrado Roccaro premiato ad Agrigento

Cinquanta studenti del «Carducci» di Comiso hanno partecipato al convegno sullo scrittore agrigentino
Foto CorrierediRagusa.it

Premiato il dirigente scolastico dell’istituto «G. Carducci» di Comiso, prof. Corrado Roccaro (foto), al 48° Convegno internazionale di studi pirandelliani che si è svolto al Palacongressi di Agrigento dal 6 all’8 dicembre, per l’impegno profuso nella sensibilizzazione di docenti e discenti alle attività proposte dal centro studi agrigentino e finalizzate alla partecipazione al 48 convegno dedicato a Pirandello.

Il preside Roccaro ha ricevuto l’importante riconoscimento dal presidente del Centro Studi Pirandelliani, prof. Enzo Lauretta, nella serata conclusiva dei lavori. L’istituto «Carducci» di Comiso, di cui Roccaro è dirigente scolastico, ha partecipato ai lavori appena conclusi con ben cinquanta alunni in rappresentanza di quasi tutte le classi del triennio dell’istituto. Inoltre il preside Roccaro, che nello scorso anno scolastico è stato reggente del liceo scientifico «Galileo Galilei» di Modica, ha coinvolto nei lavori del centro studi pirandelliani anche la scuola modicana che per la prima volta quest’anno ha preso parte al convegno con una cospicua rappresentanza di alunni e docenti.

Gli alunni del «Carducci» si sono confrontati nelle giornate del convegno sul tema proposto, «Quel che il cinema deve a Pirandello», con eminenti studiosi della materia provenienti dalle più prestigiose università del mondo e anche con un folto gruppo di studenti provenienti da tutta Italia. Come già avvenuto negli anni passati a tenere le relazioni sono stati gli studenti liceali, che hanno lavorato sodo in questi mesi sui romanzi pirandelliani, mentre i docenti universitari hanno curato le introduzioni agli interventi dei giovani e hanno approfondito alcuni aspetti particolari della materia.

Gli alunni dell’istituto «Carducci» hanno partecipato numerosi e in maniera entusiastica; ben 50 studenti si sono recati ad Agrigento per assistere ai lavori del Convegno e per parteciparvi attivamente. Gli alunni sono stati guidati con altrettanto entusiasmo dalla professoressa Rosanna Maganuco, referente dell’istituto, e dagli insegnanti Carmelo Carnemolla, Francesca Cassarino, Maria Grazia Fedino, Giovanna Galofaro, Melania Mandarà, Maria Rita Schembari, che hanno coordinato i lavori di ricerca dei gruppi di allievi.

<< Sono grato a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita dell’iniziativa- ha detto il dirigente scolastico Corrado Roccaro- perché la partecipazione al progetto avvalora la tesi secondo cui la formazione culturale e umana dei nostri promettenti giovani deve essere una priorità assoluta, e non deve essere affidata solo alla scuola. Grazie al lavoro indefesso ed entusiastico dei loro insegnanti i nostri alunni si apprestano a conoscere ancor più da vicino l’opera dello scrittore girgentano>>.