Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 349
COMISO - 31/10/2011
Attualità - Le nuove regole sanitarie messe alla prova da un incidente a 100 metri dal Regina Margherita

Ferito soccorso dal 118 di Acate e ricoverato a Vittoria!

Un incidente avvenuto a Comiso mette d’accordo Digiacomo e Alfano. Si annunciano denunce giudiziarie
Foto CorrierediRagusa.it

Lo investono davanti all’ospedale «Regina Margherita» di Comiso, lo soccorre l’ambulanza del «118» di Acate e lo vanno a ricoverare al «Guzzardi» di Vittoria, tre quarti d’ora dopo l’evento! Viva la sanità! L’onorevole Pippo Digiacomo (Pd) (nella foto insieme a Giuseppe Alfano) diffida l’assessorato regionale alla sanità Massimo Russo ed il manager Ettore Gilotta ed il sindaco Giuseppe Alfano minaccia anche denunce legali.

Sotto accusa dei politici è lo smantellamento del nosocomio comisano. I cittadini si sono organizzati creando un comitato spontaneo che già da diverse settimane è alquanto attivo con conferenze stampa e manifestazioni di protesta. Oggi il comitato si è immediatamente attivato a causa di un incidente accaduto ad un cittadino comisano, proprio a pochi metri di distanza dall’ospedale Regina Margherita. Il ferito però, non è stato trasportato al vicino ospedale come sarebbe stato logico, ma ha dovuto attendere per circa tre quarti d’ora l’arrivo di un mezzo di soccorso da Acate, per essere poi trasportato al nosocomio di Vittoria.

Davanti a questa situazione del tutto paradossale, è intervenuto immediatamente il comitato cittadino che ha chiesto una convocazione urgente del consiglio comunale, da tenersi nei locali del Regina Margherita. Intanto, l’onorevole Pippo Digiacomo inoltra una diffida alla direzione generale della SUES 118, all´assessore regionale alla Sanità Massimo Russo e al direttore generale dell´Asl di Ragusa Ettore Gilotta. «In merito alla circolare della C.O. 118 di Catania del 27/10/2011 – spiega Digiacomo - con la quale si dispone alle postazioni territoriali del 118 di dirottare le ambulanze presso gli ospedali di Vittoria, Ragusa e Modica, evitando Comiso e Scicli, in ottemperanza al citato D.A. 25-5-2010, si omette di fare riferimento alle linee guida 2010 del 118. Le linee guida indicano le varie tipologie di mezzi di soccorso e, in base alla costituzione del loro equipaggio, l´ospedale di destinazione. Il punto in questione è molto chiaro: l´ambulanza MSB con soccorritori deve andare nell´ospedale più vicino che è Comiso».

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Comiso Giuseppe Alfano, che ha dichiarato: «La mia amarezza aumenta se penso che il direttore generale Ettore Gilotta, a parole fino a qualche giorno fa mi ha assicurato che l´eventuale soppressione del servizio del 118 presso il pronto soccorso di Comiso sarebbe stata presa non prima di incontrare me e una delegazione del Comitato spontaneo a difesa dell´ospedale. Se ciò davvero fosse avvenuto, oggi non ci troveremmo a commentare questa tragica e paradossale notizia. La responsabilità dell´incredibile ritardo nei soccorsi, unita al paradosso che la persona ferita si trovava a poche decine di metri dall´ospedale di Comiso dove sarebbe stata trasportata per le prime cure praticamente in tempo reale se il servizio del 118 si fosse attivato com´era logico dallo stesso nosocomio comisano, è chiaramente da addebitare alle disposizioni impartite ed attuate di concerto tra la direzione generale dell´Asp Ragusa e la Centrale operativa di Catania-Ragusa-Siracusa del 118 che, quasto punto, potrebbero rispondere anche giudizialmente del loro operato!»

Nasce Comitato virtuale pro "Regina Margherita
A margine della seduta consiliare del 31 ottobre, gli amministratori ed i consiglieri comunali hanno aperto una parentesi in merito alla attuale situazione del Regina Margherita dove non passa giorno senza che ne venga smantellata una parte. L’incidente occorso ad un comisano proprio la stessa mattina del 31 a pochi metri dall’ospedale è stato l’input per aprire la discussione in aula. Il sindaco Alfano, si è impegnato ad incontrare Gilotta venerdì, e con sequenzialmente ad indire una seduta straordinaria aperta del consiglio comunale per martedì 8 novembre, durante la quale si deciderà quali azioni forti intraprendere. Intanto la rete, attraverso Facebook, si è organizzata creando il «comitato virtuale pro Regina Margherita», un gruppo aperto e senza steccati o colori politici, a supporto del nosocomio comisano. Già dopo qualche ora dalla sua costituzione, il gruppo si è allargato a macchia d’olio, annoverando decine di iscritti.




L´INDICE
01/11/2011 | 11.19.20
ARISTARK

L´on. Digiacomo con l´indice teso addita ai popoli gl´immancabili destini della patria casmenèa: debiti fuori bilancio, aeroporto decorativo, decadenza, crisi, vane chiacchiere...