Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 898
COMISO - 09/10/2011
Attualità - Nuova affermazione per gli studenti dell’istituto scolastico comisano

«Giornalisti per un giorno», premiati alunni "Carducci"

Il preside Corrado Roccaro: «Sono orgoglioso delle docenti e degli studenti»
Foto CorrierediRagusa.it

Nuova affermazione per i giornalisti in erba dell’Istituto secondario «G. Carducci» di Comiso. Il giornale scolastico «Istruzione» è stato selezionato da una giuria composta da giornalisti professionisti di tutta Italia per partecipare al concorso nazionale «Giornalista per un giorno», patrocinato dal Ministero dell’Istruzione e promosso dall’associazione Alboscuole.

La cerimonia di premiazione si svolgerà nel mese di aprile e vedrà la partecipazione di studenti provenienti da tutta Italia accompagnati dai loro insegnanti che approfondiranno tematiche legate al giornalismo scolastico.

Si tratta dell’ennesima vittoria per i giornalisti del «Carducci» (foto), guidati dalle insegnanti Maria Stella Micieli, Maria Grazia Fedino e Francesca Cassarino. Negli anni passati gli alunni hanno ricevuto per due volte il primo premio al Festival Internazionale della scuola a Sannicandro Garganico in provincia di Foggia e altri riconoscimenti.

«Oltre a condividere con alunni e docenti l’orgoglio per il successo ottenuto- ha detto il dirigente scolastico Corrado Roccaro- sono soddisfatto della riuscita di un’iniziativa che è altamente formativa per tutti. Il giornalismo scolastico permette a tutti di mettersi alla prova, affida ad ognuno delle responsabilità importanti e fa sentire tutti parte insostituibile di un gruppo. Questi sono gli obiettivi formativi che quotidianamente cerchiamo di raggiungere non solo con la nostra attività di insegnamento- apprendimento, ma anche attraverso i progetti che portiamo avanti».