Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 691
COMISO - 03/09/2011
Attualità - Cumuli di rifiuti, ratti e polemiche dopo un mese dall’avvio della raccolta differenziata

Caos differenziata: 12mila contenitori sono pochi, i "furbi" li fanno sparire

Maurizio Busso: «Anche alcuni comisani hanno le loro responsabilità». Si profila anche la possibilità di affidare ad un solo comune, la raccolta dei rifiuti nelle zone limitrofe ai comuni di Comiso, Vittoria e Chiaramonte
Foto CorrierediRagusa.it

Ad un mese esatto dall’avvio della differenziata a Comiso, non accennano a diminuire le disfunzioni del servizio, i rifiuti si cumulano fuori dai contenitori che di fatto non ci sono poiché non tutti i 12mila nuclei familiari ne sono stati dotati, e in diversi quartieri come la zona di contrada Crocilla, i residenti lamentano l’invasione di topi. Sulla vicenda che ha sortito non poche polemiche tra amministratori e partiti di opposizione, è intervenuto Maurizio Busso, responsabile della ditta che si occupa della raccolta.

«I disservizi che si sono verificati in merito alla mancanza di contenitori adatti – ha spiegato Busso –non sono da attribuire alla ditta o all’amministrazione comunale, perché nel computo dei contenitori, avevamo calcolato 12mila nuclei familiari ai quali distribuirli, con una eccedenza di un migliaio. Ma subito dopo la distribuzione porta a porta – ha continuato il titolare – alcuni cittadini hanno fatto la «furbata», andando al cantiere per ritirare altri contenitori da portare in campagna, in garage o dovunque fosse più comodo. Quindi si è verificato un significativo ammanco. Ora che abbiamo una visione completa, sappiamo anche chi ha ritirato ulteriori contenitori rispetto a quelli assegnati, e siamo già in grado di intervenire».

Busso ha spiegato che verso il 20 settembre, arriveranno altri contenitori e che saranno disponibili direttamente in cantiere. Intanto, arrivano voci poco confortanti sulle future bollette Tarsu, che dovrebbero subire un aumento del 30%, anziché una fisiologica diminuzione derivante dalla raccolta differenziata. Ma questo è ancora in via di verifica. Intanto, si è tenuto ieri un incontro tra gli amministratori dei comuni viciniori. Nel corso dell´incontro, si è ipotizzato di risolvere il problema della raccolta nelle campagne limitrofe ai tre comuni, affidando il servizio di raccolta ad un solo comune, possibilmente a quello di Comiso che già, di fatto, effettua il servizio stesso, immettendo nei ruoli Tarsu della cittadina casmenea i residenti di Vittoria e Chiaramonte Gulfi che abitano stabilmente o stagionalmente le contrade limitrofe col territorio di Comiso.

Nei prossimi giorni tale ipotesi verrà vagliata dagli uffici competenti dei tre comuni di Vittoria e Chiaramonte Gulfi, che verificheranno anche sulle rispettive mappe le zone da loro servite in modo da individuare le altre utenze che potrebbero usufruire del servizio di raccolta da parte del comune di Comiso. La riunione è stata pertanto aggiornata a breve.

«Si impone di trovare soluzione a una situazione di fatto che finora ha creato non pochi problemi e il proliferare di discariche abusive nelle contrade circostanti l´abitato comisano, soprattutto sulle strade che segnano i confini tra i nostri tre comuni – ha commentato il sindaco Giuseppe Alfano -. Grazie all´ampia disponibilità dimostrata dagli amici Salvatore Garolfalo e Giuseppe Nicosia, sono certo che in breve tempo risolveremo anche questo problema. Ciò dimostra come lo spirito di collaborazione e di confronto, che sempre ci ha contraddistinto, con gli enti con i quali interloquiamo sia l´unica arma vincente. Ai residenti delle zone interessate chiediamo dunque di pazientare ancora un po’ e di evitare, nelle more della definizione degli atti, l´abbandono disordinato dei rifiuti conferendoli nei cassonetti più vicini».


SI..SI..CERTO !!!!!
03/09/2011 | 18.14.14
gruppodonnepdcomiso

ringraziando questo giornale e la scrupolosa giornalista che almeno ci ha spiegato che i contenitori saranno disponibili il 20 settembre, viene difficile immaginare che tutto quello che sta succedendo a Comiso con la differenziata, sia solo responsabilità di chi si è preso qualche contenitore in più....questo sarà uno dei tanti motivi....ma i cassonetti grandi, quelli verdi, chi li ha fatti sparire visto che quelli specifici per la differenziata, non sono stati sufficienti?