Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1221
COMISO - 01/08/2011
Attualità - Se lo chiede l’on Pippo Digiacomo

Aeroporto Comiso: che fine hanno fatto i 3 milioni 400 mila euro appostati?

La delibera, secondo quanto dichiarato dallo stesso Digiacomo, non risulta essere mai stata revocata
Foto CorrierediRagusa.it

Che fine hanno fatto i 3 milioni e 400 mila euro di co-finanziamento vincolati e finalizzati al completamento dell’aeroporto di Comiso? Se lo chiede l’ex sindaco di Comiso, Pippo Digiacomo (foto), che a sorpresa (ma non tanto) tira fuori un atto inconfutabile stilato dalla sua giunta. Si tratta di una delibera, la n° 33 del 31.01.2008, con oggetto « somme a specifica destinazione». La delibera, secondo quanto dichiarato dallo stesso Digiacomo, non risulta essere mai stata revocata. Tra le somme vincolate, quella di 3 milioni e 400 mila euro, per il «completamento dell’aeroporto di Comiso».

«L’atto in questione – ha spiegato l’attuale deputato regionale – è stato redatto e pubblicato una settimana prima delle mie dimissioni avvenute il 12 febbraio del 2008. La somma iniziale del co-finanziamento del comune, era di 4 milioni di euro che, a ribasso d’asta, si è ridotta a 3.4 milioni di euro». Secondo Digiacomo, la questione in atto in questi giorni, sui 500 mila euro da destinare agli arredi dell’aeroporto, è un altro falso problema poiché, in quei soldi vincolati, era previsto anche questo. « Siano chiare due cose – ha concluso l’ex primo cittadino - la prima, che non è la prima volta che pongo il quesito al sindaco Alfano che, ancora deve dare una risposta sull’utilizzo di quelle somme vincolate da me e dalla mia giunta.

La seconda, che a dimostrazione della collaborazione del Pd e della Regione, anche i 500 mila euro per gli arredi, probabilmente saranno erogati proprio dalla Regione in modo da eliminare qualunque altra perdita di tempo». Ma le sorprese riservate da Digiacomo, non sono finite. Nella stessa delibera, vengono citate altre somme vincolate,di specifica destinazione, tra cui 3,5 milioni di euro per pagamenti di emolumenti vari ai dipendenti di ruolo e non; 6,5 milioni di euro per i pagamenti dei fornitori «come da determine», ed i 3,4 milioni per l’aeroporto, per un totale di 13,4 milioni di euro.