Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1006
COMISO - 23/05/2011
Attualità - Botta e risposta fra i rifondatori e il capo dell’amministrazione comunale

L’anziano dove lo metto? Disputa Rifondazione-Alfano

Rifondazione comunista : «215 anziani senza luoghi di ritrovo»! Il sindaco replica: «Agli anziani abbiamo trovato un luogo migliore!"

Botta e risposta tra la segreteria di Rifondazione comunista ed il sindaco Giusepp Alfano in merito al centro diurno per gli anziani. In una nota, Rifondazione accusa il primo cittadino di avere privato gli anziani, 215 circa, del loro centro.«La scure di Alfano & C. – dichiara Rifondazione Comunista- si abbatte sul Centro Comunale diurno e d’incontro per anziani. Con la scusa di interminabili lavori di ristrutturazione della palestra della scuola Saliceto – ove era ubicato il Centro anziani, di fatto circa 215 anziani si sono ritrovati senza un punto di riferimento ove trascorrere il tempo libero. L’unica soluzione uscita dal cilindro di Alfano è stata quella di «dirottare» gli anziani del centro presso il club privato «La bella vita» i cui titolari hanno «benevolmente messo a disposizione» il loro locale, tant’è che molte delle attrezzature del centro sembra siano state trasferite e messe a disposizione del club stesso».

Alfano ha replicato alle accuse immediatamente : «Ancora una volta Rifondazione non sa di che parla. I lavori della palestra sono già stati completati e a breve saranno consegnati. Ma il punto non è questo. Innanzitutto chiarisco che i proprietari del club privato che ospita gli anziani, ci hanno dato i locali in uso completamente gratuito. Locali messi in sicurezza, climatizzati, dove è possibile fare musica dal vivo due volte a settimana, più tante altre attività ricreative che sono di gradimento degli anziani che ne stanno usufruendo. Di fatto, su 215 anziani, solo in 10 hanno esternato la volontà di tornare alla palestra del Saliceto. E la cosa non è esclusa, l’importante è che qualora ciò dovesse verificarsi, si rispettino delle regole basilari, quali ad esempio, quella di non parcheggiare all’interno della palestra scoperta, perché i bambini spesso hanno trovato delle macchie di olio, sulle quali potrebbero scivolare. Tutti gli altri 200 anziani, al contrario, hanno esternato la volontà di restare nei locali del club, dove stanno pagando la stessa identica quota associativa che pagavano prima per il centro diurno che, non è un locale, ma una associazione».