Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 627
COMISO - 14/05/2011
Attualità - Questione di giorni per il trasferimento del sedime aeroportuale

"Magliocco", i beni passano dal Demanio al Comune

Il ministero della Difesa ha disposto l’avvio delle operazioni tecnico-amministrative finalizzate al transito degli immobili al Demanio Regione siciliana e contestualmente il loro trasferimento in uso gratuito al Comune di Comiso. Soddisfazione di Dibennardo, mentre Nino Minardo giudica inutile la marcia su Roma
Foto CorrierediRagusa.it

Si chiude la vicenda legata al passaggio del sedime aeroportuale al comune di Comiso. Il 17 maggio a Comiso sarà formalizzata la dismissione dei beni appartenenti al demanio militare in modo che l’aeroporto diventi ufficialmente un «aeroporto civile aperto al traffico civile». In conseguenza di tale cambio di status il ministero della Difesa ha disposto l´avvio delle operazioni tecnico-amministrative finalizzate al transito degli immobili citati nella disponibilità del Demanio Regione Siciliana e contestualmente il loro trasferimento in uso gratuito al Comune di Comiso. Per il presidente della So.A.Co, Rosario Dibennardo, questo è un passaggio molto positivo, perché nell’area smilitarizzata, insistono i siti individuati per la realizzazione del deposito carburanti, ed altri edifici utili alla struttura.

«Adesso siamo molto vicini alla fase conclusiva che è quella dei collaudi – ha dichiarato Dibennardo – infatti l’ultima certificazione della ditta appaltatrice dei lavori sarà rilasciata il 30 maggio, data dalla quale è possibile procedere ai collaudi. Dopo questi atti la struttura dovrebbe essere consegnata alla So.A.Co». Dibennardo ha anche espresso opinioni positive sui tempi relativi ai collaudi della commissione: «La commissione potrebbe fare tutto entro quattro o cinque settimane, per cui l’invito è quello di concentrarsi su questa fase e completare il tutto alla fine dell’estate». Resta l’ultimo passaggio, il più importante, quello della firma del Ministro Tremonti sul decreto relativo ai costi dei servizi di terra.

Sulla base di queste ultime considerazioni, che lasciano ben sperare, trovano spazio le parole del deputato nazionale Nino Minardo, che ieri ha comunicato il «sì» di Tremonti per l’autostrada Ragusa-Catania. Risolto il problema via terra resta aperto quello via cielo. Che è più difficile. «Ho avuto rassicurazione che anche il decreto per l’aeroporto sarà firmato dal ministro-afferma Nino Minardo- Lo dico perché a questo punto è inutile proseguire con la marcia su Roma per il 18 maggio. Che senso ha? E’ normale che le istituzioni marcino contro altre istituzioni? Questa protesta secondo me andrebbe fermata».