Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 596
COMISO - 02/05/2011
Attualità - Comiso: dopo l’approvazione del nuovo regolamento degli uffici i settori diventano aree

Rivoluzione burocratica, i delusi minacciano ricorsi

Il sindaco Alfano l’aveva già annunciato. I settori sono stati accorpati: da 15 a 11 aree di cui una di staff. Ecco la nuova mappa dei servizi e relativi dirigenti. Gli esclusi fanno trapelare ricorsi
Foto CorrierediRagusa.it

Turnazione e sostituzione di alcuni dirigenti al comune di Comiso. Completamente rivoluzionata la mappa degli uffici e dei servizi. Nascono le «aree» come strutture apicali dell´ente, ma crescono anche i malumori. Questi cambiamenti erano già stati annunciati dal sindaco Giuseppe Alfano (nella foto con il suo vice Rosario Schembari) nel mese di ottobre contestualmente al rinnovo della giunta. Adesso i fatti. Con l´approvazione del nuovo regolamento degli uffici e dei servizi, i settori sono stati accorpati e da 15 sono passati ad 11 con la nuova dicitura di aree. Dieci in tutto più una relativa allo staff.

Il nuovo organigramma è così suddiviso: area 1 (affari generali, legali, istituzionali, segreteria generale e servizi patrimoniali) coordinata dalla dirigente Maria Tina Cassibba. Area 2 (servizi demografici) coordinata dal dirigente Antonio Brancato. Area 3 (cultura, pubblica istruzione, istituzione Fiume) coordinata dal dirigente Fabio Melilli. Area 4 (politiche sociali e della famiglia) sotto la direzione di Nunziatina Guastella. Area 5 (viabilità, polizia municipale e controllo del territorio) al comandante Antonio Fiorile. Area 6 (gestione risorse umane) sotto il coordinamento di Raffaele Turtula. Area 7 (servizi economici e finanziari) al dirigente Biagio Fiorile. Area 8 (opere pubbliche, servizi al territorio, protezione civile) all´ing. Nunzio Micieli. Area 9 (pianificazione e gestione del territorio, servizi cimiteriali) coordinata da Leonardo Stagnitto. Area 10 (attività produttive e sviluppo economico e Isproa) alla dott.ssa Lucia Mallo. L´area staff, sarà coordinata dal dirigente Giovanni Di Falco, che si occuperà anche di turismo e sport.

Con la nuova disposizione dei servizi, le dirigenze non riconfermate a causa degli accorpamenti, sono cinque. Questa revisione della «planimetria» amministrativa, finalizzata anche al risparmio dell´ente, ha sollevato qualche perplessità tra alcune figure già «apicali» che avevano sostenuto nel 2003 un concorso interno per l´avanzamento di qualifica, passando così dalla 7° (D1) all´ 8° (D3), ma che non sono state inserite tra i nuovi capiarea. In merito a questo, i delusi fanno capire di non escludere sviluppi di carattere legale, nelle prossime settimane.