Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 821
COMISO - 24/04/2011
Attualità - Comiso: tantissimi i fedeli che hanno seguito l’evento

"A Paci" nel solco della tradizione e della religiosità

Tutta la città si è ritrovata all’appuntamento pasquale
Foto CorrierediRagusa.it

Pasqua 2011 a Comiso. Emozioni, storia, religione e tradizioni restano immutate nei secoli. Anche quest’anno migliaia di fedeli si sono riuniti davanti alla chiesa della Madonna Maria SS. Annunziata (foto), per festeggiare la resurrezione di Cristo. Una festa particolarmente sentita a Comiso come in altri paesi della provincia di Ragusa. Il culto della Madonna Annunciata, risale al periodo della dominazione spagnola, e la basilica casmenea fu edificata dagli spagnoli sopra i resti di una antica chiesa bizantina, la chiesa di san Nicola.

Subito dopo la messa mattutina, i portatori del simulacro di Gesù risorto, e quelli di Maria Annunziata, hanno cominciato la lunga processione per le vie della città, passando per tutte le 9 chiese. Davanti ad ognuna di esse, è stato intonato dai due angeli che si trovano sui simulacri, il Regina Coeli, dopo il quale, la famosa «Paci». Migliaia i fedeli, ma anche i turisti, che seguono la processione finita in tarda notte con gli immancabili giochi pirotecnici.