Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1119
COMISO - 14/04/2011
Attualità - Comiso: si fa difficile la situazione della raccolta spazzatura

Michele Zisa accusa: «Comiso sommersa di rifiuti»

L’ex amministratore denuncia lo stato di degrado ambientale

Un mare di immondizia subissa Comiso. In questi giorni la situazione in città diventa sempre più grave e oramai «si è superato il livello di allarme pubblico». Michele, ex assessore della giunta Alfano e rappresentate di Progresso Sud/partito del Cuore, interviene sulla mancata raccolta dei rsu (rifiuti solidi urbani)

«Nei quartieri –dice non si provvede più alla raccolta dal 1 aprile. I cassonetti sono oramai saturi e i sacchetti giacciono all’interno delle abitazioni dei Comisani. Certo, purtroppo questa non è una situazione nuova, figlia dell’incapacità di affrontare e risolvere le problematiche reali di Comiso da parte di questa amministrazione. Noi non vorremmo fare critiche inutili, infatti abbiamo aspettato ben 13 giorni per intervenire, ma ormai la misura è colma per tutti i nostri concittadini. Esiste un rischio epidemia e ricordo che il sindaco è il responsabile della sanità ed incolumità pubblica. Cosa sta facendo, si è accorto del problema, ha già saldato il conto pesantemente negativo che la città ha nei confronti dell’ Ato»?

Debito che ammonterebbe a circa tre milioni di euro, cumulati in questi tre anni. Zisa inoltre chiede al sindaco se si sta pensando a futuri assetti organizzativi in modo che eventi del genere non accadano. Secondo l’ex assessore, non è possibile che non si affronti il problema e che non si trovino soluzioni definitive. «Forse sarebbe il caso – continua Zisa - che anche qui qualcuno controllasse meglio per richiamare alla responsabilità amministratori che hanno più a cuore le trasferte, gli incarichi parassitari e clientelari, le manifestazioni di facciata che le vere problematiche di Comiso e dei Comisani».

E intanto da voci di corridoio, pare che sia in dirittura d’arrivo il contratto con la discarica di Motta Santa Anastasia che provvederà a raccogliere i rsu. Questo comunque, a detta dello stesso assessore all’ambiente, Nanè Amenta, costituirà un aggravio non indifferente nei costi perché, dai 35 euro a tonnellata, si passerà a 115 euro a tonnellata, con un probabile aumento della TARSU a carico dei cittadini.