Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 638
COMISO - 14/04/2011
Attualità - Comiso: il sindaco di Comiso pronto ad azioni eclatanti contro il governo

Alfano: "Pronti all’autosospensione per le infrastrutture"

I sindaci di centrodestra rumoreggiano contro i ministeri competenti per le mancate firme che sbloccano i fonti per l’aeroporto e per la Ragusa-Catania
Foto CorrierediRagusa.it

Giuseppe Alfano (foto) ed altri sindaci del Pdl, minacciano di autosospendersi dal partito se entro il 20 maggio prossimo, non saranno date le opportune soluzioni ai problemi attuali che frenano lo sviluppo del territorio. La minaccia del sindaco di Comiso, di Santa Croce, di Ragusa e di Ispica, è scaturita dai continui ostacoli «romani» alla realizzazione di arterie viarie ed infrastrutture nel territorio ibleo, primo tra tutti, l’aeroporto di Comiso.

«Appare contraddittorio e incomprensibile – ha dichiarato il sindaco Giuseppe Alfano – che un ministero commissioni uno studio da cui si evince la necessità strategica nel sistema aeroportuale italiano dell´aeroporto di Comiso e poi un altro ministro, in questo caso Tremonti, esprima riserve, rallenti e frapponga dubbi all´operatività dell´aeroporto ibleo e quindi allo sviluppo del sistema aeroportuale ed economico dell´Italia e della Sicilia. Le riserve del ministro Tremonti sono del tutto infondate perché la provincia di Ragusa e non soltanto essa, ma tutto il bacino di territorio che sarà servito dall´aeroporto, garantirà introiti di molto superiori alle spese a carico dello Stato. Inoltre, se il Vincenzo Magliocco è considerato dal ministero delle Infrastrutture e dei Traporti in un rapporto sinergico e necessario con Fontanarossa è altresì necessario sviluppare e ammodernare il sistema viario sull´asse Catania-Ragusa, così come del resto previsto dallo stesso studio di One Warks, KPMG e Nomisma.

I sindaci sembrano intenzionati a fare sul serio: «Per tali ragioni –conclude Alfano- a margine della manifestazione di protesta svoltasi oggi sulla strada Ragusa-Catania, io stesso, i colleghi sindaci di Santa Croce Camerina, Lucio Schemabri, e di Ispica, Piero Rustico, come già annunciato dal sindaco di Ragusa Nello Di Pasquale, se entro il 20 maggio prossimo, non saranno date le opportune soluzioni ai problemi attuali che frenano lo sviluppo del nostro territorio, ci autosospenderemo dal Pdl e invitiamo tutti gli iscritti e coloro che ricoprono cariche istituzionali nel Pdl ragusano a fare la stessa cosa».